CONVEGNO ALMALAUREA

Dopo la laurea: studi ed esperienze di lavoro
in Italia e nel contesto internazionale

 

La crisi economica globale, percepita dall’opinione pubblica fin dall’estate del 2007, è entrata nella sua terza fase. Dopo la prima fase che ha colpito soprattutto il sistema finanziario, nel 2009 la crisi ha intaccato il sistema economico reale e l’occupazione, compresa quella dei laureati, tramutandosi poi nel 2011 in una profonda crisi di sostenibilità dell’area Euro e dell’intera architettura dell’integrazione europea.

Tale sequenza accresce in prospettiva il rischio e l’incertezza, soprattutto per le giovani generazioni e le donne, nel contesto di tre scenari che riguardano altrettante sfere geo-strategiche: lo sviluppo globale, sospeso tra le prospettive di una crescita guidata dalle potenze economiche emergenti e la stazionarietà subita dai paesi sviluppati; lo sviluppo europeo, sospeso tra scelte d’investimento aperte alla cooperazione interna e esterna, incoraggiate sin dal Libro Bianco di Delors, ed asimmetrie generate dalla chiusura e dai cicli politici nazionali; lo sviluppo in Italia sospeso tra processi di rincorsa virtuosa ed internazionalmente aperta e visioni chiuse e localistiche. In sistemi economici e sociali in cui l’organizzazione della conoscenza e l’innovazione trasformano senza sosta la divisione del lavoro, la speranza di vita si dilata in modo significativo ed i laureati e diplomati rappresentano ormai da tempo la quota maggioritaria dell’occupazione, aumenta l’importanza dell’integrazione tra percorsi di studio ed esperienza di lavoro nel corso del ciclo di vita delle persone. Tutte le tappe comprese tra studio, tirocinio e contratto stabile di lavoro acquisiscono importanza strategica e condizionante i diversi passaggi e le progressioni di carriera.

Il programma del Convegno di AlmaLaurea è dedicato ad approfondire questa problematica con la consueta impostazione ed alcune novità. Saranno presentati i risultati della XIV Indagine ALMALAUREA sulla Condizione Occupazionale dei laureati.

L’indagine ha coinvolto complessivamente quasi 400mila giovani di 57 università italiane aderenti al Consorzio da almeno un anno, ottenendo tassi di risposta sempre molto elevati (il 90% per i laureati ad un anno). La rilevazione ha riguardato tutti i laureati (di primo e di secondo livello e specialistici a ciclo unico) degli anni 2010 e 2008, intervistati ad uno e tre anni dalla laurea e i laureati pre-riforma e di primo livello del 2006, intervistati a cinque anni dalla laurea. Inoltre è stata svolta un’indagine sperimentale che ha riguardato i laureati a dieci anni dal conseguimento del titolo, al fine di valutarne le caratteristiche occupazionali di più lungo periodo.

Dopo la relazione generale seguirà l’approfondimento di quattro temi di particolare rilevanza: il processo di acquisizione delle capacità professionali da parte dei laureati nel loro percorso di apprendimento sul lavoro; la condizione dei dottori di ricerca influenzata sia da fattori di disuguaglianza in accesso sia dai problemi e dai settori che contrassegnano l’inserimento professionale; le caratteristiche occupazionali dei laureati a dieci anni dal conseguimento del titolo; il tema cruciale della posizione relativa delle laureate, spesso arenate tra il successo negli studi e la discriminazione nella professione.

Il Convegno proseguirà con due riflessioni su temi di ricerca ancora oggetto di approfondimento. Il primo, discusso da un panel di imprenditori e manager, è dedicato all’analisi dei risultati di un’indagine sperimentale sulla percezione dei laureati da parte delle imprese realizzata grazie alla collaborazione fra SWG e AlmaLaurea. Il secondo, con il contributo di alcuni tra i maggiori esperti di organizzazioni impegnate in progetti di sviluppo nella regione Euro-Mediterranea, riprenderà lo scenario strategico della cooperazione necessaria e possibile nell’area mediterranea, già affrontato nella Conferenza Internazionale del marzo 2011. La riflessione si avvarrà anche dei progetti di cooperazione di AlmaLaurea in Marocco e Tunisia e delle prospettive di estensione di questa esperienza ad altri Paesi della sponda Sud.

Il Convegno darà poi spazio alla tavola rotonda sul tema "Valore economico e sociale della laurea dopo la crisi globale". L’interrogativo che verrà posto è se al termine della crisi la laurea sarà ancora un fattore di successo economico e sociale. Esso ha risposte antitetiche in due linee di pensiero significative. Su un fronte si collocano ricercatori convinti che la formazione e la tecnologia sul posto di lavoro si collochino in sequenza con l’istruzione erogata da scuole e università, e che tutte e tre gli stadi risultino complementari nel determinare produttività e redditi da lavoro. Riscontri empirici e proiezioni riguardanti gli Stati Uniti evidenziano il rischio di un consistente sottoinvestimento in istruzione e formazione post-secondaria proprio nella fase di uscita dalla drammatica recessione in corso. Sull’altro fronte si collocano coloro che contestano la rilevanza di tale relazione e segnalano, come il progresso tecnologico e la globalizzazione stiano generando una struttura di incentivi destinata a trasformare molti posti di lavoro ad elevato salario, non manuali e impiegatizi in molto convenienti opportunità di automazione e delocalizzazione. Il quesito verrà prima introdotto in modo sistematico dagli esperti e successivamente discusso da policymaker e stakeholder.

Durante il convegno, sarà disponibile
la traduzione simultanea in inglese e in francese

 

Ore 10

Saluti di benvenuto:
Luigi FRATI (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza)
Marco MANCINI (Presidente CRUI - Conferenza dei Rettori delle Università italiane)
Andrea LENZI (Presidente CUN - Consiglio Universitario Nazionale)

Presiede: Fabio Alberto ROVERSI MONACO (Presidente AlmaLaurea)

Introduzione:
Gilberto ANTONELLI (AlmaLaurea, Università di Bologna)

Presentazione:
XIV Indagine sulla condizione occupazionale dei laureati
Andrea CAMMELLI (Direttore AlmaLaurea)
Discussant: Kate PURCELL (Univ. Warwick - Institute for Employment Research)

Approfondimenti:

Realizzazione professionale dei laureati
Sara BINASSI e Lara TAMPELLINI (AlmaLaurea)
Discussant: Roberto TORRINI (ANVUR - Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca)

Dottori di ricerca: fra selezione all’ingresso ed esiti professionali
Gabriele BALLARINO (Univ. Milano) e Claudia GIROTTI (AlmaLaurea)
Discussant: Francesca BRAIT (ISTAT)

Opportunità di lavoro a 10 anni dalla laurea
Chiara CIMINI e Silvia GHISELLI (AlmaLaurea)
Discussant: Anna PRADES NEBOT (Agència per a la Qualitat del Sistema Universitari de Catalunya, Barcellona)

Laureate, lavoro e...soffitti di cristallo
Clementina CASULA (Univ. Cagliari) e Bruno CHIANDOTTO (Univ. Firenze)
Discussant: Annamaria POGGI (Univ. Torino, AlmaLaurea)

 

 

 

Ore 14,30

 

 

 

Presiede:
Guido FABIANI (Magnifico Rettore dell'Università degli Studi Roma Tre, Presidente Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio)

Percezione dei laureati da parte delle imprese
Giancarlo GASPERONI (AlmaLaurea, Univ. Bologna), Francesca RALLI (AlmaLaurea) e Maurizio PESSATO (SWG S.r.l.)
Ne discutono:
Ennio LUCARELLI (Presidente Confindustria Servizi Innovativi e tecnologici)
Alessandro RAMAZZA (Obiettivo Lavoro S.p.A.)
Amedeo VEGLIO (Assolombarda)

Laureati ed occupazione nella sponda Sud del Mediterraneo: progetti di cooperazione di AlmaLaurea in Marocco e Tunisia
Ne discutono:
Carla SALVATERRA (Pro Rettore alle Relazioni Internazionali, Univ. Bologna, AlmaLaurea)
Abdelhafid DEBBARH (Segretario Generale, Ministère de l'Enseignement Supérieur, de la Formation des Cadres et de la Recherche Scientifique, Marocco)
Oussama BENABDELKARIM (Direttore, Bureau de Statistique et de la Planification Ministère de l’Enseignement Supérieure, Tunisia)
Adriana JARAMILLO (World Bank - Marseille Center for Mediterranean Integration)
Alberto QUADRIO CURZIO (Univ. Cattolica - Vice-Presidente Accademia dei Lincei)

Tavola rotonda
Valore economico e sociale della laurea dopo la crisi globale

Presiede: Maria Helena NAZARÉ (Presidente eletto, European University Association) e Fabio Alberto ROVERSI MONACO (Presidente AlmaLaurea)

Imposta il problema:
Nicole SMITH (Georgetown University - Center on Education and the Workforce, Washington D.C.)

Ne discutono:
Elizabeth KING (World Bank - Direttore, Education Human Development Network, Washington D.C.)
Giorgio SQUINZI (Amministratore Unico Mapei SpA, Presidente Comitato tecnico per l’Europa di Confindustria)
Stefano FANTONI (Presidente, Consiglio Direttivo, ANVUR - Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca)
Luca SCARPIELLO (Vice Presidente, European Youth Forum)

Conclusioni

Francesco PROFUMO (Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca)
Elsa FORNERO (Ministro del Lavoro, Politiche Sociali e Pari Opportunità)

All'inizio e nel corso del Convegno saranno eseguiti brani musicali da parte di studenti dei Conservatori italiani.

Bibliografia dei relatori

Questa pagina è disponibile in altre lingue: