CONVEGNO ALMALAUREA

La Riforma alla prova dei fatti

L'VIII Indagine sul Profilo dei Laureati si colloca in un momento di particolare interesse per l’università italiana. Fra i 180.000 laureati AlmaLaurea del 2005, infatti, assieme a coloro che hanno portato a termine corsi previsti nel precedente ordinamento, sono presenti oltre 81mila laureati di primo livello nei corsi triennali avviati con la riforma universitaria. Il loro identikit permette significative verifiche sullo stato di avanzamento della riforma universitaria.

L'Indagine è stata resa possibile grazie all’adesione ad AlmaLaurea di un crescente numero di atenei che hanno consentito la predisposizione di una documentazione ampia, affidabile, tempestiva, particolarmente utile al MIUR, al CNVSU, agli organi di governo delle università, ai nuclei di valutazione, ma anche ai Dirigenti scolastici ed al personale impegnato nella delicata opera di orientamento post istruzione secondaria superiore. La riflessione è arricchita dalle valutazioni disponibili per effetto della Convenzione MIUR(CNVSU)-ALMALAUREA.

Aspetti analizzati
La disponibilità di circa cento diverse variabili ha consentito di ottenere un aggiornato profilo dei 180.000 laureati ALMALAUREA che hanno concluso gli studi tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2005. L’edizione 2006 del Profilo mantiene le articolazioni adottate negli anni precedenti: ateneo, gruppo disciplinare, facoltà, corso/classe di laurea, genere e tipo di laureato (lavoratore-studente, studente-lavoratore, studente). Per un’analisi più approfondita sullo stato di avanzamento della riforma viene inoltre introdotta, per i laureati di primo livello, la distinzione fra laureati puri (ossia coloro che si sono immatricolati direttamente ad un corso di studi dell’università riformata) e laureati ibridi (ossia gli ex-studenti pre-riforma che sono transitati ad un corso post-riforma).

L'Indagine analizza le caratteristiche dei laureati esaminando in particolare:
- età alla laurea ed all’immatricolazione
- punteggio agli esami ed alla laurea
- regolarità e durata degli studi
- titolo di studio dei genitori
- classe sociale di provenienza
- diploma e voto di maturità
- assiduità nel frequentare le lezioni
- studio all’estero
- esperienza di tirocinio o stage
- tempo impiegato per la tesi/prova finale
- valutazione dell’esperienza universitaria
- sostenibilità del carico di studio
- conoscenza delle lingue estere
- conoscenze informatiche
- intenzione di proseguire gli studi
- settore di lavoro preferito
- caratteristiche del lavoro cercato.

L'Indagine esplora inoltre, per la prima volta:
- i servizi per gli studenti erogati dalle città, dalle Università e dalle aziende per il diritto allo studio
- le strategie di ricerca del lavoro che i laureati intendono adottare.

VIII Indagine AlmaLaurea sul profilo dei laureati 2005
Caratteristiche e performance di 180.000 laureati

mattina, ore 9:30
Introduce: Alessandro MAZZUCCO (Magnifico Rettore dell'Università di Verona)
Saluto delle Autorità
Presiede: Fabio ROVERSI MONACO (Presidente Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA)

Sarà presente Nando DALLA CHIESA, Sottosegretario al Ministero dell'Università e della Ricerca.

Presentazione dell'VIII Indagine ALMALAUREA sul Profilo dei laureati
Andrea CAMMELLI (Direttore Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA)

Tavola rotonda: A CHE PUNTO E' LA RIFORMA

Modera: Michele MIRABELLA

intervengono:
Guido MARTINOTTI (Università di Milano Bicocca)
Antonello MASIA (Direttore Generale Istruzione Universitaria)
Giliberto CAPANO (Università di Bologna-Sede di Forlì)
Vincenzo FERRARI (Università di Milano)
Enrico PREDAZZI (Università di Torino)
Claudio GENTILI (Direttore Nucleo Education Confindustria)
Ruggero MATTEUCCI (CUN Consiglio Universitario Nazionale)
Andrea ANGELINI (Vice Pres. CNSU Consiglio Nazionale Studentesco Universitario)
CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane)
Guido Fiegna (Comitato Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario)

pomeriggio, ore 14:30

presiede Donata GOTTARDI (Prorettore Università di Verona)

Interventi:

Età alla laurea, soddisfazione per gli studi compiuti e prospettive di studio/lavoro prima e dopo la riforma
Dino RIZZI (Università di Venezia Cà Foscari) e Donatella MARSIGLIA (Crui)

Formazione esterna: tirocini/stage e studi all’estero
Alessandro LAI (Università di Verona) e Giulio FEZZI (Direttore Finanze e Sviluppo Strategico Cattolica Assicurazioni)

I servizi per gli studenti: università, città, diritto allo studio
Olimpia MARCELLINI (Direttore Generale Studenti e Diritto allo Studio - MIUR)
e Pietro BRANDMAYR (Presidente Associazione Nazionale Enti per il Diritto allo Studio Universitario)

Lauree scientifiche e lauree umanistiche
Franco BIASUTTI (Università di Padova) e Nicola VITTORIO (Università di Roma Tor Vergata)

Modalità di ricerca del lavoro
Antonio CHIESI (Università di Milano Statale) e Raffaele PACI (Università di Cagliari)

Laureati pre e post riforma: il parere dei responsabili del personale
Giovanni FACCO (Vice Presidente Gruppo Intersettoriale Direttori del Personale)
Giorgio NANNETTI (Direttore del Personale e Sistemi Ansaldo Energia)

Aspettative e realizzazione professionale dei laureati
Francesco CAMPOBASSO (Università di Bari), Corrado CROCETTA (Università di Foggia) e Massimo BILANCIA (Università di Bari)

Bibliografia dei relatori

Questa pagina è disponibile in altre lingue: