AlmaLaurea News

Quando la documentazione dell'università italiana - a livello europeo - è inesistente

(di Andrea Cammelli, fondatore di AlmaLaurea, nel 1994)
08 Agosto 2014

Aggiornato al 10 ottobre 2014 con i nuovi dati della documentazione OECD

Luigi Einaudi, nel volume Prediche inutili del 1956, scriveva nel capitolo “Conoscere per deliberare”. Oltre quattrocento anni prima, Galileo Galilei, nell'opera di Bertolt Brecht, invitava inutilmente i Cardinali dell’Inquisizione a guardare dentro il cannocchiale: senza successo! Più tardi, nel 1937, J. M. Keynes scrisse nel The Times “Non c’è nulla che un governo odii di più dell’essere ben informato; poiché ciò rende molto più complicato e difficile il processo che conduce alle decisioni”. 
    La sensazione è che gli articoli comparsi ultimamente sui quotidiani nazionali sui finanziamenti alle università italiane non tengano conto di diversi aspetti che possono aiutare a comprendere anche la scarsa capacità di valorizzazione del capitale umano palesata dal nostro Paese. Si tratta di aspetti e questioni che stanno condizionando la capacità di ripresa della nostra economia e le sue prospettive di crescita a lungo termine.

  1. Facendo pari a 100 la spesa per ogni laureato italiano, la Francia spende 171; la Spagna 171; la Germania 201; la Svezia 230 (fonte OECD, 2014; la spesa è a parità di potere d’acquisto). Slide
  2. La spesa pubblica e privata per Ricerca e Sviluppo come percentuale del PIL in Italia è 1,25 (0,69 sostenuta dalle imprese); in Spagna è 1,36 (0,71 sdi); nel Regno Unito 1,78 (1,13 sdi); in Francia 2,25 (1,44 sdi); in Germania 2,89 (1,96 sdi); in Svezia 3,39 (2,33 sdi). (Fonte ISTAT 2014). Slide
  3. La popolazione italiana di 25-34 anni con istruzione universitaria è del 22%! La media dei paesi UE21 è del 37% (39% fra i paesi dell’OECD). La Commissione Europea ha fissato l’obiettivo del 40% di laureati nella fascia 30-34 anni per l’anno 2020; il Governo italiano ha rivisto l’obiettivo puntando al massimo al 26-27%. Slide
  4. Fra il 2007 e il 2012 in Italia la quota di occupati nelle professioni ad elevata specializzazione (secondo la classificazione internazionale, la definizione comprende 1. legislatori, imprenditori ed alta dirigenza; 2. professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione) è scesa al 17% mentre in tutta l’UE è cresciuta da poco più del 21% al 24% (Fonte Eurostat). Slide
  5. Gli occupati con qualifica di manager con la scuola dell’obbligo o titolo inferiore, in Italia sono il 28% contro l’11% della U.E. (a 27 Paesi):, il 5% in Germania, il 13% nel Regno Unito e il 19% in Spagna. I manager con laurea o titolo superiore mentre nell’UE sono il 53%, e nessun paese scende sotto il 51%, in Italia sono solo il 24% (Fonte Eurostat 2012). Slide
  6. Secondo le stime di AlmaLaurea, che si occupa ormai da 20 anni di analisi del sistema universitario, soltanto il 30% dei 19enni si iscrive alle università, provenendo da famiglie più favorite. Il restante 70% dei giovani non accede agli studi universitari spesso per l’assenza di una seria politica del diritto allo studio. Slide 1 - Slide 2
  7. Occupazione e laureati: lavora di più chi ha fatto un'esperienza di studio all'estero (+9%) e chi ha svolto tirocini/stage durante gli studi universitari (+14%). Slide

Siamo in periodo di carestia, è vero, ma non dimentichiamo che anche in periodo di carestia, il contadino taglia su tutto ma non sulla semina. E la semina deve essere effettuata con la dovuta cura: Plutarco ripeteva “I giovani non sono vasi da riempire, ma fiaccole da accendere”.

 

APPROFONDIMENTI

Chi siamo: AlmaLaurea al servizio dei laureati, delle università e delle imprese

I riconoscimenti della stampa e delle istituzioni italiane ed estere

Hanno detto di AlmaLaurea  (Alcune recenti affermazioni sul ruolo di AlmaLaurea)

Intervista al Prof. Andrea Cammelli per Genus Bononiae (la nascita, il percorso e gli obiettivi del Consorzio AlmaLaurea dalle origini ad oggi)

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Ogni mese potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!

Questa pagina è disponibile in altre lingue: