Lavoro

Gli scienziati alla prova del lavoro

Focus AlmaLaurea sull profilo occupazionale dei laureati nelle discipline scientifiche, ovvero i laureati in fisica, informatica e matematica.
02 Luglio 2015

Dai risultati AlmaLaurea emerge che a un anno dal titolo di primo livello una buona parte dei laureati triennali (del 2012) del gruppo scientifico, 61%, decide di proseguire la formazione iscrivendosi a un corso di laurea magistrale (è il 55% per la media nazionale). Il 44% dei laureati triennali, a fronte del 41% della media, è dedito esclusivamente al lavoro, mentre il 15% coniuga studio e lavoro (è il 14% a livello nazionale)

 

Laureati magistrali nelle discipline scientifiche alla prova del lavoro

Vista l’elevata prosecuzione della formazione con la laurea magistrale, per comprendere come s’inseriscono i laureati nelle materie scientifiche sul mercato del lavoro, è utile guardare alle performance dei laureati magistrali, che già a un anno raggiungono tassi di occupazione e guadagni superiori alla media, dato che si conferma positivo anche a un lustro dalla laurea. La stabilità resta invece inferiore a quanto riscontrato sul complesso dei laureati, sia nel breve che nel lungo periodo.

 

Ad un anno

I dati rivelano come già a un anno dal conseguimento del titolo le chance occupazionali per i laureati magistrali del gruppo scientifico (laureati del 2012) siano superiori alla media: se si considerano anche coloro che sono in formazione retribuita, infatti, il tasso di occupazione arriva all’83% a fronte del 70% rilevato sul complesso dei laureati magistrali. La disoccupazione interessa invece solo il 12% dei laureati nelle discipline scientifiche (è il 23% a livello nazionale).

La stabilità contrattuale a un anno è tuttavia inferiore alla media: il 26% contro il 35%. Di contro, la precarietà interessa invece il 73% dei laureati (è il 65% a livello nazionale). A influire sono soprattutto i contratti formativi, che coinvolgono il 19% dei laureati del gruppo scientifico (contro il 14% della media), a cui si aggiunge un ulteriore 23% di contratti a tempo determinato.
Il guadagno mensile netto è di 1.074 euro, a fronte dei 1.038 della media.
Già un anno, l’82% dei laureati nelle scienze dure ritiene almeno abbastanza efficace il titolo di studio conseguito (è il 76,5% della media nazionale).

 

A cinque anni

Nel lungo periodo il quadro resta buono, seppure le differenze rispetto al complesso dei laureati si riducano: a cinque anni dal conseguimento del titolo è occupato l’86,5% dei laureati magistrali (del 2008) nelle materie scientifiche; un valore in linea con quanto rilevato sul complesso dei laureati magistrali (l’87%). La disoccupazione interessa invece l’8% dei laureati (è l’8,5% a livello nazionale).

La stabilità a un lustro dalla laurea coinvolge il 61% dei laureati magistrali nelle discipline scientifiche, a fronte del 73% registrato a livello nazionale. Se la stabilità lavorativa è inferiore alla media, resta pur sempre vero che il 54% degli occupati in materie scientifiche può contare su un contratto a tempo indeterminato (è pari al 52,5% a livello nazionale).

La precarietà resta superiore alla media nazionale: il 39% contro il 23%; in particolare il 23% ha un contratto a tempo determinato (è il 13% per la media). A influire è, almeno in parte,  la scelta professionale maturata dai laureati di questo settore: una quota considerevole, pari al 27,5% (è il 10% a livello nazionale), è infatti occupata nel campo dell’istruzione e della ricerca, ambiti caratterizzati da una maggiore precarietà e da tempi più lunghi di valorizzazione professionale. 

Il guadagno a cinque anni è però superiore di gran lunga al dato nazionale: 1.500 euro netti a fronte dei 1.383.

Infine, l’efficacia del titolo cresce con il passare del tempo: l’87% dei laureati magistrali scientifici si dichiara almeno abbastanza soddisfatto rispetto all’impiego svolto (è l’86% per la media).

 

Laureati magistrali del 2008 occupati a cinque anni:
tipologia dell’attività lavorativa per gruppo disciplinare (valori percentuali)

 

Pubblicato su "Il Sole 24 Ore - Scuola24" il 14 aprile 2015

 

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Ogni mese potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!