Didattica e disabilità | AlmaLaurea
Università

Didattica e disabilità

Alla terza edizione del Congresso Internazionale promosso da Fondazione ONCE, il Consorzio AlmaLaurea presenta il valore aggiunto offerto ad Atenei, imprese e laureati in termini di inclusione.
14 Novembre 2016

Il 10 e 11 novembre AlmaLaurea ha partecipato alla terza edizione del Congresso Internazionale su Università e disabilità, tenuto a Madrid, al Centro sportivo e Culturale della Fondazione ONCE. Il meeting, dal titolo “Una Università inclusiva per una società inclusiva” ha raccolto intorno allo stesso tavolo Università, di cui 30 europee e americane, e oltre 30 istituzioni legate al mondo della formazione, disabilità e tecnologie.

Nato per contribuire e incoraggiare il dibattito accademico sul tema della disabilità e dell'inclusione educativa, il Congresso è stato organizzato in collaborazione con la Conferenza dei Rettori delle Università spagnole, CRUE, Comitato Spagnolo di rappresentanti delle persone con disabilità, CERMI, e l'Associazione reale per disabilità. Alla luce dei mandati previsti dalla Convenzione internazionale sui diritti delle persone, finalizzati a migliorare la qualità educativa e la qualità della vita delle persone con disabilità, il Congresso si pone come punto di incontro a livello internazionale per favorire il confronto in merito ai più recenti modelli di innovazione didattica e di inclusione, focalizzando l’attenzione sulle esperienze e le migliori pratiche messe in campo dalle Università di tutto il mondo.

Il Congresso, punto di riferimento a livello mondiale nel campo dell'integrazione scolastica e universitaria sul tema della disabilità, ha ospitato oltre 63 dibattiti e presentazioni realizzate da Università, Istituzioni e enti di tutto il mondo. In questo contesto AlmaLaurea ha presentato il modello della sua banca dati che permette alle aziende, attraverso specifici parametri, di cercare laureati e studenti appartenenti alle categorie protette per favorire la loro collocazione in condizione di parità e facilitare le imprese che necessitano di realizzare inserimenti lavorativi per le categorie protette. Non solo, il Consorzio ha portato al centro del dibattito la best practice dell’Università consorziata di Modena e Reggio Emilia. L’Ateneo, molto sensibile al tema della disabilità, oltre a  formare con un corso di 28 ore tutor per ragazzi disabili, attraverso l'Ufficio Accoglienza Studenti Disabili e con DSA e in collaborazione con AlmaLaurea, ha sviluppato uno strumento con cui è possibile monitorare facilmente e con rapidità la carriera di ciascuno studente con bisogni educativi speciali. Un database che, oltre a fornire preziose informazioni di tipo quantitativo, relative sia al profilo degli studenti sia ai servizi offerti, svolge altresì la funzione di repository di informazioni e di suggerimenti didattici per i docenti, contribuendo ad una operazione di formazione e sensibilizzazione dell’Ateneo.

 

Manifesto

 

 

Questa pagina è disponibile in altre lingue: