In evidenza

Industria 4.0: la metafora del cambiamento

Attività strategiche per favorire l’incontro tra giovani e mondo delle imprese, skill tecniche, relazionali e comunicative. Ne parla il Presidente di Anpal Maurizio Del Conte, intervenuto al Convegno AlmaLaurea.
02 Agosto 2017

Sviluppare competenze tecniche e umanistiche, specialistiche e trasversali, doti comunicative e relazionali partendo dalla scuola superiore fino ad arrivare al titolo di laurea. Il tutto affiancato da un preciso orientamento verso il mercato del lavoro grazie ad attività come l'alternanza scuola-lavoro, i tirocini extra-curriculari e l’apprendistato. E’ questo, secondo Maurizio Del Conte, Presidente dell’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (Anpal), il mix vincente per rispondere alle sfide poste da Industria 4.0 che è “la metafora del cambiamento nel lavoro, nelle strutture e nelle competenze”.

 

 

"In questo scenario - precisa il Presidente, intervenuto al Convegno del Consorzio - le Indagini AlmaLaurea aiutano a comprendere i flussi tra offerta formativa e formazione richiesta dalle imprese. Sono infatti tra gli strumenti più accurati di monitoraggio nel tempo della carriera dello studente, dalla scuola a quando entra all'università fino al periodo successivo alla laurea”.
Questa attenzione verso il futuro dei giovani “diventa fondamentale per arrivare preparati ai cambiamenti posti in atto da Industria 4.0. Cambiamenti - ammette Del Conte - all’interno dei quali la laurea diventa sempre di più un fattore di competitività”.