Università

Scientificità e creatività per un percorso altamente professionale

Al via la nuova edizione del Master in Touch Fair Architecture & Exhibit Space che mette in stretto contatto aziende e iscritti. Iscrizioni entro il 15 settembre 2017.
23 Agosto 2017

Un percorso simmetrico che si costruisce passo dopo passo tra studenti e responsabili di aziende, studi professionali e fiere: il Master di secondo livello in Touch Fair Architecture & Exhibit Space, TFA&ES dell’Università Iuav di Venezia, prepara profili che sappiano operare nella progettazione di allestimenti museali, fieristici e di temporary shops o dell’emergency. “Nel corso delle diverse edizioni molti studenti sono stati inseriti in azienda proprio perché abbiamo pensato a un percorso simmetrico tra azienda-studio e diplomato di master - spiega la professoressa Raffaella Laezza, Coordinatore scientifico master TFA&ES e docente di Architectural design -. Un’occasione importante di conoscenza per entrambi: nel corso del Master hanno infatti la possibilità di relazionarsi e possono sviluppare al meglio il rapporto lavorativo”.

Professoressa, com’è strutturata la didattica del Master in Touch Fair Architecture & Exhibit Space, TFA&ES?
“La didattica del master TFA&ES per l’anno accademico 2017-18 inizierà il 27 ottobre e, fino ad aprile, prevede 11 corsi: Architectural Design, Architectural Fair Design, Planning Events, Design della Comunicazione, Structure: Complexity & Matrix, Matter: Sustainable &Recycled Thinking, Computational morphology, Sound Design, Lighting Design, Storia dell’architettura contemporanea e Storia dell’arte contemporanea. I corsi coincidono con 11 settori specifici necessari alla completa progettazione di allestimenti museali, fieristici e della progettazione di temporary shops o dell’emergency: una vera e propria nuova architettura insegnata con una metodologia che unisce scientificità e creatività. Si impareranno i più avanzati software e la tecnica della stampa 3D. In aula si incontreranno aziende, studiosi, innovatori e gli studenti saranno seguiti individualmente fin dalle prime lezioni e per tutta la durata del percorso. Ogni anno viene realizzato un progetto nel Laboratorio di Architectural Design seguito da vari docenti: il tema della scorsa edizione è stato il progetto e costruzione di PIANO-PIANO PAVILION a Piano City Milano, il 19-21 maggio 2017. Uno studente ha vinto il concorso interno al Master: il premio è stato la costruzione del suo progetto per un padiglione per pianoforte alla Rotonda della Besana di Milano: è stato un vero traguardo. Opportunità e criterio didattico unici in Italia”.

Quali profili possono accedere al percorso formativo?
“È un master di secondo livello aperto a laureati con titolo specialistico, magistrale o ciclo unico in Architettura, Design e Ingegneria. Per gli studenti stranieri i titoli ammessi sono Specialist or Master's Degree in Architecture, Design and Engineering; Degree in Architecture, Design and Engineering; Graduate Architecture, Design and Engineering, conseguiti all’estero e ritenuti dal collegio dei docenti del Master equivalenti a uno dei suddetti titoli di studio, ai soli fini di ammissione alle singole attività formative del master. Possono accedere anche studenti che prevedono di laurearsi entro l’anno purchè esibiscano la loro domanda di tesi”.

Quali sono gli obiettivi professionali del Master?
“Prima di tutto, alta specializzazione e alto placement lavorativo. Con il master si ottiene infatti una specializzazione come Architectural fair designer, Architectural exhibit designer, Architectural fair manager e Architectural exhibit director. Questi profili sono sempre più richieste nelle fiere - basti pensare che in Italia ce ne sono più di 1000 all’anno - nelle società e studi che si occupano di allestimenti, spazi museali, temporary shop. Gli studenti che hanno preso parte al Master sono stati assunti in realtà come ARUP Italia_Milano, Viabizzuno, Colorcom Italia, Giplanet, Museo della Scienza di Napoli, Coop Himmemblau Wien, Fiera di Milano, Tortona Solution, Fiera Vicenza, Fiera Verona, Fiera di Bologna”.

Sono previsti stage in azienda o in enti pubblici e privati dedicati?
“Dopo i sei mesi di corsi in aula gli iscritti accedono a tre mesi, pari a 375 ore, di stage work trade in aziende, studi professionali internazionali, fiere. Tutte realtà che proponiamo e che conosciamo già molto bene dal momento che spesso sono sostenitori diretti del Master. Ad oggi gli stage si sono svolti presso ARUP Italia_Milano, Viabizzuno, Colorcom Allestimenti Italia, Stipa Allestimenti, Milano Giplanet, Prada, Museo della Scienza di Napoli, Coop Himmemblau Wien, Labics Roma, Alvisi_Khirimoto Roma, Studio Amuse_Padova, Marcelo Spina PATTERN Los Angeles, Matteo Cainer Studio Parigi, Dontstop Architettura_Milano, Studio E9A Milano, Fiera di Milano, Fiera Vicenza, Fiera Verona, Fiera di Bologna, Fiera di Riva del Garda. È essenziale che a conclusione del Master le aziende abbiano già in previsione un’assunzione dello studente che ospitano in stage, che diventa quindi un’occasione di conoscenza per entrambi”.

Una volta formati, gli iscritti come e dove possono inserirsi sul mercato del lavoro nazionale e internazionale?
“Il 90% degli studenti del master TFA&ES ha finora trovato lavoro. Per ottenere questo abbiamo ideato una tecnica concreta che si basa sull’idea di un percorso simmetrico da costruire tra diplomati di master e responsabili di aziende, studi e fiere.
Il primo step prevede che gli iscritti già durante le lezioni visitino con i docenti aziende, studi del settore, fiere e inizino a conoscere le realtà e i rispettivi responsabili dove potranno svolgere successivamente lo stage.
Il secondo step prevede che siano gli stessi responsabili a entrare in aula per poter conoscere gli studenti e valutare i loro progetti. In questo modo nascono accordi e interessi già durante i corsi: le persone si incontrano, si conoscono, misurano le loro potenzialità ed in base a queste esperienze scelgono dove proseguire con lo stage. E, “simmetricamente”, dopo i tre mesi di stage è l’azienda stessa che avendo già avuto modo di conoscere lo stagista lo richiede per un’occupazione.  
Infine, il terzo step: questo percorso permette di costruire un rapporto approfondito che struttura solidamente il futuro rapporto lavorativo e si concretizza con contratti di qualità. È principalmente nell’interesse del datore di lavoro tenere nel proprio staff il diplomato di master”.

 

Scheda del corso
Master in Touch Fair Architecture & Exhibit Space
Dipartimento di: Università Iuav di Venezia
Coordinatore master: Raffaella Laezza
Dati relativi all’edizione 2017/2018
Inizio master: 27 ottobre 2017
Primo semestre: didattica frontale e visite
Secondo semestre: stage e tesi master
Discussione Tesi master: 27 ottobre 2018
Le lezioni si svolgeranno settimanalmente il venerdì e il sabato
La frequenza minima obbligatoria è del 70%
Sede del corso: Sede IUAV, Venezia, Palazzo Badoer
Numero di iscritti: minimo 10
Durata: annuale
Lingua: italiano/inglese se presenti studenti stranieri
Stage: sì
Presentazione delle domande: scadenza 15 settembre 2017 (costo: 50 euro)
Costo: 6000 euro, pagabile in due tranche, ottobre/gennaio di 3000 euro cadauna
Prevista agevolazione con finanziamento banca e IUAV
Borse di studio: previste per alcune Regioni d’Italia

Per informazioni:
Raffaella Laezza, Coordinatore scientifico master TFA&ES e docente di Architectural design
rlaezza@iuav.it    
tel. 348 7380662
Sito del master: www.touchfairarchitecture.com
Facebook  master : Touch Fair Architecture & Exhibit  Space - Università Iuav di Venezia
Segreteria organizzativa IUAV: Ufficio Master Università IUAV
tel. (+39) 041 257 1679/1737/1882/2322
fax (+39) 041 257 1003
e-mail: master@iuav.it
www.iuav.it