Indagini

Laureati e mercato del lavoro nazionale

07 Dicembre 2017

La XIX Indagine AlmaLaurea sulla Condizione occupazionale dei Laureati ha riguardato complessivamente oltre 620 mila laureati.

Nel dettaglio, la rilevazione 2016 ha riguardato tutti i laureati di primo e secondo livello - magistrali biennali e magistrali a ciclo unico - del 2015 (262 mila), contattati a un anno dal termine degli studi, i laureati di secondo livello del 2013 (circa 109 mila), contattati a tre anni dal titolo, e quelli del 2011 (103 mila), contattati a cinque anni dalla laurea. Infine, due ulteriori indagini hanno riguardato i laureati triennali del 2013 e del 2011 che non hanno proseguito la formazione universitaria (rispettivamente 81 mila e 66 mila), contattati a tre e cinque anni dalla laurea.

Il Rapporto 2017 conferma un lieve aumento del tasso di occupazione rispetto a quanto rilevato lo scorso anno, in particolare tra i neo-laureati. Segnali di miglioramento si osservano anche in merito alla tipologia dell’attività lavorativa, retribuzioni e coerenza tra titolo di studio conseguito e lavoro svolto.

Sebbene con il trascorrere del tempo dal conseguimento del titolo la condizione occupazionale tenda complessivamente a migliorare sotto tutti i punti di vista, tra i laureati che hanno terminato il percorso di studio da più tempo, sostanzialmente nel pieno della recessione, perdurano le difficoltà occupazionali.

La ricchezza informativa è garantita dalla metodologia di rilevazione dell’indagine (esclusi quelli di primo livello a tre e cinque anni) attraverso una duplice tecnica di rilevazione, CAWI (Computer-Assisted Web Interviewing) e CATI (Computer-Assisted Telephone Interviewing). 

 

Indagine completa

Sintesi del rapporto

 

APPROFONDIMENTI

Laureati e lavoro, cosa è cambiato nell'ultimo decennio

 

Laureati di primo livello tra formazione e mercato del lavoro

Le caratteristiche del lavoro per i laureati di primo livello

 

Laureati magistrali biennali alla prova del lavoro

Oltre il 40% degli studenti magistrali lavora durante il corso di studi

L’efficacia del titolo di laurea magistrale biennale

 

Mercato del lavoro e laureati magistrali a ciclo unico