Università

Professionisti dello spazio

Master in “Space Transportation Systems: launchers and re-entry vehicles: una formazione altamente professionale per lavorare nel campo spaziale. Scadenza domande 30 novembre 2017.
28 Novembre 2017

Il master di II livello in “Space Transportation Systems: launchers and re-entry vehicles” promosso dall’Università Roma La Sapienza è stato ideato e fondato nel 2003 dal professore Carlo Buongiorno e dal professore Marcello Onofri, attuale Direttore del master. Da allora ad oggi il corso ha preparato oltre 100 allievi per ricoprire ruoli tecnici e manageriali in imprese del settore spaziale e all’interno dei principali programmi spaziali europei. “Al termine del master, circa il 90% dei diplomati di master è stato impiegato nel settore spaziale o in uno affine” precisa il Direttore.

Di che percorso di tratta?

“Il master STS è un percorso formativo con caratteri unici nel contesto Europeo: è stato promosso in occasione dell’avvio del Progetto del Lanciatore Vega per promuovere la crescita professionale dei migliori laureati Italiani in Ingegneria Aerospaziale, al fine da renderli preparati a dare un contributo efficace alle esigenze dell’industria. La componente di internazionalizzazione del percorso formativo e i risultati in termini di placement sono la dimostrazione dell’efficacia di questo percorso. Prenderà parte alle attività del master il Professor Jean-Jacques Dordain, già DG dell’ESA, che ha ideato il Programma internazionale di alta formazione ASTRI (Advanced Student Team Research in space Industry). “Sarà quindi possibile - chiarisce il professore Onofri - offrire ad alcuni allievi la possibilità di partecipare al progetto che ha come principale obiettivo quello di selezionare e preparare i migliori giovani talenti da inserire ai vertici tecnici delle aziende del settore aerospaziale”.

Con quali obiettivi avete creato questo percorso post laurea?

“Il rapporto stretto tra istruzione ed esigenze industriali, è da sempre un fondamento del master. È infatti interamente finanziato dalle imprese. Gli allievi, pertanto, non pagano nessun contributo per l’iscrizione e a coloro che sono fuori sede vengono offerte delle parziali coperture per le spese di alloggio. L’interesse nel processo di formazione dei candidati è testimoniato dal fatto che gli HR Manager delle imprese sponsor intervengono direttamente nella valutazione dei profili partecipanti. Il successo di questa formula è stato evidente e riconosciuto a livello europeo: non è un caso se negli anni è cresciuto il numero di iscritti provenienti dai paesi dell’UE, il che ha permesso non solo di creare un ambiente internazionale molto stimolante, ma anche di stimolare la crescita progressiva del numero di allievi assunti negli enti europei del settore”.

In questo ambito di studio, come si presenta il mercato nazionale?

“Il mercato nazionale si presenta assolutamente in crescita, in profonda evoluzione, nella componente manifatturiera e soprattutto in quella dei servizi, con la progressiva apertura al settore privato e all’ acquisizione continua delle innovazioni derivanti dalla rivoluzione digitale”.

Che tipo di figure professionali forma e dove possono essere inserite?

“Il master ha come principali obiettivi la formazione di professionisti, ingegneri qualificati, adatti a coprire compiti manageriali e di ricerca e sviluppo tecnologico relativi alla progettazione, produzione e commercializzazione di sistemi di trasporto spaziale e l’agevolazione del loro inserimento nelle industrie ed enti aerospaziali”.

Qual è la struttura del master?

“Il master è erogato in lingua inglese, e prevede un anno di lavoro a tempo pieno. Si struttura in diverse fasi. Una prima fase consiste in lezioni frontali tenute, per la durata di quattro mesi, da docenti universitari e alcuni tra i maggiori esperti europei delle industrie e agenzie spaziali. Il corso è suddiviso in quattordici moduli didattici, ciascuno dedicato ad una specifica disciplina spaziale, composto di lezioni, esercitazioni e attività di laboratorio. Alla fine di ogni modulo si svolgono degli esami che concorrono alla valutazione finale. Ogni unità didattica, che si conclude con una prova finalizzata alla verifica delle conoscenze acquisite, garantisce un certo numero di crediti formativi”.

E le altre fasi?

“La seconda fase prevede un programma intensivo della durata di cinque settimane. Nel periodo immediatamente successivo alle lezioni, gli studenti potranno svolgere periodi di training, ciascuno della durata di una settimana in alcuni tra i maggiori Centri Europei di ricerca spaziale, come il CIRA a Capua, l’ESA a Redu, il VKI a Bruxelles e il CNES a Parigi. Da anni grazie al contributo di ESA ed Arianespace è stata organizzata una visita tecnica, riservata ai migliori allievi dell’anno, alla base spaziale di Kourou (Guyana Francese), che ospita i principali sistemi di lancio europei”.

Come si caratterizzano gli stage?

“Il Master-STS prevede un tirocinio di sei mesi, in genere retribuito, dove gli studenti realizzano un project work che poi costituirà la loro tesi di diploma, da presentare alla fine dell’anno. Gli stage vengono attivati in agenzie spaziali, industrie aerospaziali o enti di ricerca. Collaborano con noi tutte le principali imprese del settore: molte si trovano in Italia, come ad esempio Aerosekur, Avio, OHB, ELV, Thales Alenia Space, Vitrociset, ma abbiamo da anni avviato stage anche con aziende e centri di ricerca Europei, tra cui le sedi francesi e tedesche di ArianeGroup e CNES. Attività alternativa sarà il possibile coinvolgimento di alcuni allievi nel progetto di Sapienza e ASI per il “Rilancio dei Programmi di Accesso allo Spazio dalla Base di Malindi Luigi Broglio Space Centre (BSC) - ASM-BSC ASMBSC”.

 

Scheda del Master
Dipartimento: Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale, Sapienza Università di Roma
Direttore Scientifico del Master: Prof. Marcello Onofri
Dati relativi all’edizione: XVI edizione (attivo dal 2003)
Sede del corso: Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale, Via Eudossiana 18, 00184, Roma
Durata: 12 mesi
Stage: è previsto un periodo di tirocinio presso industrie, agenzie ed enti di ricerca, sia nazionali sia internazionali, della durata di n.6 mesi. Lo stage è retribuito
Presentazione delle domande: 30 novembre 2017
Costo: nessun costo è richiesto per gli studenti partecipanti. La quota di partecipazione al Master (€4.500,00) è interamente finanziata dalle industrie sponsor che selezionano i migliori candidati.
Per informazioni
Segreteria organizzativa del corso
Tel.: +39 0644585882
E-mail: mastersts@uniroma1.it
Sito web www.stsmastercourse.eu