Università

Ambiente, salute e sicurezza alimentare

All’Ateneo di Parma si formano professionisti che possono ricoprire ruoli di responsabilità in enti e imprese nazionali e internazionali grazie al master in Health, Environment and Food: European Law and Risk Regulation. Scadenza domande 22 dicembre.
04 Dicembre 2017

Il Master HEF, Health, Environment and Food: European Law and Risk Regulation, promosso dal Dipartimento di Giurisprudenza, Studi politici e Internazionali dell’Università di Parma, mira a fornire una specifica preparazione in materia di regolazione del rischio nei settori della tutela dell’ambiente, della salute e della sicurezza alimentare. A tal fine, vengono approfondite, in particolare, le politiche e normative a livello di diritto nazionale, internazionale e dell’Unione europea

Un corso a tempo pieno, - spiegano la Professoressa Laura Pineschi e Professore Antonio D’Aloia, entrambi direttori del master - articolato in lezioni frontali, studio e approfondimento individuale, attività seminariali in forma di discussione di casi concreti o ipotetici. Infine, prevede una verifica delle competenze acquisite attraverso la somministrazione di prove in itinere relative alla redazione di pareri per i casi proposti”.

Perché sono stati scelti questi ambiti: Health, Environment and Food?

“Molteplici ragioni hanno determinato la scelta di questi tre ambiti. Prima fra tutti, il master HEF si pone come un unicum in Italia e all'estero, poiché offre una formazione post lauream che trascende il tradizionale approccio settoriale per fornire specifiche competenze giuridiche in materia di prevenzione e gestione dei rischi che si manifestano nei settori della tutela dell'ambiente, della sicurezza alimentare e della protezione della salute. In secondo luogo, il percorso intende rispondere all’esigenza evidenziata da aziende ed esperti del settore di formare laureati provenienti da diversi ambiti disciplinari, scientifico e giuridico, che siano in grado di collaborare nel rispetto delle reciproche competenze. Infine, il master si inserisce in un tessuto socio-economico e produttivo particolarmente interessante. Si pensi alle numerose aziende, di rilevanza internazionale, specializzate nel settore alimentare e farmaceutico, presenti a Parma, come Barilla, Consorzio del Prosciutto di Parma, Consorzio Parmigiano-Reggiano, Mutti, Chiesi Farmaceutici; o nella Regione Emilia Romagna. Parma è, inoltre, sede dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che, nel corso della prima edizione del master, ha visto due dei propri alti funzionari tra i Docenti del master”.

Che tipo di profilo professionale formate e in quali realtà, pubbliche e private, può operare?

“Intendiamo formare operatori in grado di occupare ruoli di elevata responsabilità, sotto il profilo politico-decisionale e operativo, all’interno di imprese che operano nei settori di pertinenza a livello locale, nazionale e internazionale, nonché nell’ambito di istituzioni, enti o agenzie nazionali, europee e internazionali”.

Nel corso del master sono previsti stage ed esperienze internazionali?

“A conclusione del periodo di attività didattica in aula, gli iscritti svolgono un tirocinio di 400 ore in aziende, enti pubblici, organizzazioni internazionali e studi legali a vocazione internazionale, convenzionati con il master.  Nel corso della prima edizione, gli stage sono stati effettuati in Chiesi Farmaceutici, Ferrero, Fiere di Parma, Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestale, Mutti, Rappresentanza della Regione Emilia-Romagna a Bruxelles. L’oggetto specifico del singolo stage dipende dalle proposte avanzate dall'ente ospitante e dagli accordi con esso raggiunti. Le esperienze internazionali sono ulteriormente favorite dalla presenza, nel corpo docente, di funzionari o ex funzionari presso organizzazioni internazionali (quali l’Agenzia europea delle sostanze chimiche, l’Agenzia europea per i medicinali, l’EFSA) e dall’interazione con i relatori del convegno annuale su temi legati a quelli trattati nell’ambito del master, provenienti da tutto il mondo”.

Come si coniuga la formazione di queste figure con la necessità di operare in un contesto sempre più globale?

“Il percorso è stato concepito in modo tale da assicurare una formazione adeguata nella gestione di problemi e rischi che, per loro stessa natura, hanno carattere globale. A tale scopo, particolare attenzione viene dedicata alle politiche e alle normative internazionali ed europee e, soprattutto, al più ampio confronto con esperti, italiani o stranieri, che operano a livello internazionale. Il fatto stesso che l'attività didattica si svolga prevalentemente in lingua inglese intende favorire l'accesso degli iscritti a posizioni professionali che si inseriscono in realtà a forte vocazione internazionale”.

 

Scheda Master

Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza, Studî politici e Internazionali, Università di Parma

Direttori Scientifici del Master: Prof. Laura Pineschi, ordinario di Diritto internazionale e Prof. Antonio D’Aloia, ordinario di Diritto costituzionale, Università di Parma

Dati relativi all’edizione: II edizione (a.a. 2017/2018)

Sede del corso: Università di Parma

Durata: Annuale (gennaio-dicembre 2018), frequenza a tempo pieno

Stage: Si (durata: 400 ore)

Presentazione delle domande: entro il 22 dicembre 2017 (ore 12.00). Informazioni disponibili al sito web del Master: https://www.hefmasterparma.it/

Costo: Euro 4.850,00

Per informazioni: Prof. Laura Pineschi (laura.pineschi@unipr.it); Prof. Antonio D’Aloia (antonio.daloia@unipr.it)

Segreteria organizzativa del corso: U.O. Formazione Post Lauream, Università di Parma

Tel.: 0521/033708

Fax: 0521/347016

E-mail: master.formazionepermanente@unipr.it

Sito web: https://www.hefmasterparma.it/