Il colloquio di lavoro: istruzioni per l’uso

Il colloquio di lavoro è il momento più importante del processo di selezione, richiede la massima concentrazione e un’ottima preparazione. Arriva puntale, cura il tuo aspetto e soprattutto sii preparato sull’azienda e sulla posizione per cui ti candidi. Raccogli le informazioni sull'azienda in modo da comprenderne il contesto e il mercato di riferimento; informati sulla persona che incontrerai, sul suo ruolo in azienda.

Devi essere consapevole che per affrontare con successo un colloquio non è sufficiente "raccontare" le competenze maturate durante il percorso di studi o le esperienze di lavoro, ma è importante farlo nel modo giusto, con efficacia, dimostrando motivazione e interesse per l'azienda e la posizione a cui ti sei candidato e, cosa più difficile tra tutte, il perché dovrebbero scegliere proprio te.

Timidezza e tensione possono giocare brutti scherzi ed è quindi importante arrivare a un colloquio di lavoro preparati per ridurre al minimo il rischio di fare errori o brutte figure che potrebbero compromettere il buon esisto della selezione. Il colloquio può essere dal vivo, telefonico o via Skype, ma le regole per affrontarlo al meglio sono le stesse.

 

Guarda il video e scorpi cosa si aspettano da te i recruiter in fase di colloquio.

LE 10 REGOLE PER UN COLLOQUIO DI LAVORO AL TOP

  1. Arrivare informati. Arriva al colloquio informato sull’azienda e sul ruolo per cui ti candidi, sulla persona che incontrerai e sul suo ruolo in azienda.
     
  2. L’importanza dell’orario. È buona norma presentarsi 5/10 minuti prima del colloquio, non arrivare in ritardo.
     
  3. L’abbigliamento. Vestiti come immagini che richieda lo stile aziendale. Prediligi un abbigliamento sobrio e formale.
     
  4. Sapersi raccontare. Imposta una presentazione sulle tue competenze e esperienze, sui tuoi punti di forza e sulle caratteristiche che ti rendono il candidato giusto per la posizione a cui ti sei candidato e per cui sei stato selezionato.
     
  5. …se il colloquio è telefonico. Scegli un luogo tranquillo, non rumoroso e fai in modo di avere sufficiente tempo a disposizione.
     
  6. …se il colloquio è “on line/via Skype”. Predisponi l’ambiente affinché sia ordinato, tranquillo e ben illuminato. Assicurati che gli strumenti (rete internet, audio, video) funzionino e presentati in modo curato come se il colloquio fosse di persona.
     
  7. …se il colloquio è “di gruppo”. L’obiettivo è valutare le tue capacità relazionali e di interazione col gruppo, non rimanere in disparte ma evita di prevaricare gli altri. Leggi le prove e mantieni il focus sul ruolo e sugli obiettivi delle prove stesse.
     
  8. Relazionarsi correttamente. Con il selezionatore stai composto, guardalo negli occhi, ascolta le domande, parla con calma e rispondi in modo sintetico ma preciso. Mostra interesse verso la posizione per cui sei candidato, poni domande utili per comprenderla meglio.
     
  9. Le 3 C: coerenza, chiarezza e curiosità. Cerca di essere coerente e di non contraddirti. La chiarezza è fondamentale e se ne hai l’occasione fai alcune domande sull’azienda e sul ruolo. Ricorda, la curiosità denota motivazione. Non barare, sii sempre onesto e trasparente.
     
  10. Motivazione e positività. La motivazione va costruita con cura. Racconta perché sei interessato al ruolo, all’azienda e all’opportunità proposta. Racconta con positività anche le esperienze di lavoro passate. Non parlare male di ex colleghi e datori di lavoro. Non rinunciare istintivamente a una proposta di lavoro diversa nel caso ti venga proposta al termine del colloquio: il selezionatore potrebbe avere colto abilità o attitudini idonee per un'altra posizione lavorativa.

 

N.B. Non dimenticare che la selezione è biunivoca, non devi accondiscendere il selezionatore o non porre quelle domande che ti aiuteranno a capire se desideri realmente lavorare per quell’azienda o in quella determinata posizione.

 

 


 

back