AlmaLaurea e l’Indagine sulla Condizione occupazionale dei laureati

Il Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea realizza ogni anno la rilevazione sulla Condizione occupazionale e formativa dei laureati dopo uno, tre e cinque anni dal conseguimento del titolo. L’Indagine coinvolge anche i dottori di ricerca e i diplomati di corsi di master universitari.

Ciascun Ateneo deve, per legge*, fornire annualmente una serie di indicatori utili alla valutazione delle performance occupazionali dei propri laureati, indispensabile anche per supportare le scelte dei giovani diplomati di scuola secondaria superiore nell’individuazione del corso di laurea cui iscriversi.

La rilevazione AlmaLaurea sulla Condizione occupazionale è organizzata in due periodi (marzo-luglio e luglio-gennaio), così da garantire l’essenziale identità dell’intervallo temporale trascorso fra conseguimento del titolo e intervista. La metodologia di rilevazione prevede un primo contatto via e-mail e, successivamente, tutti coloro che non hanno compilato il questionario on-line vengono contattati telefonicamente.

La rilevazione telefonica è di anno in anno affidata ad una società esterna, che risulta aggiudicataria di una procedura di gara europea. Per l’anno 2018 l'indagine telefonica è stata affidata a SWG di Trieste, autorizzata pertanto a contattare i laureati a nome di AlmaLaurea e dell’Università di appartenenza del laureato. La società è riconoscibile dal numero telefonico 040 9835400. Per garantire a tutti gli Atenei il raggiungimento di un elevato numero di interviste, il contatto telefonico avviene dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 20.30 e il sabato dalle 11.30 alle 20.30 (salvo diversi accordi presi con i laureati). Per richieste di chiarimento o per fissare un appuntamento telefonico è disponibile il numero verde gratuito 800 284 699 (dal lunedì al venerdì dalla 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30).

Tutte le informazioni sono raccolte nel rispetto della legge sulla privacy e utilizzate solo a fini statistici.

Il questionario rileva, nella parte iniziale, lo svolgimento di attività quali, ad esempio, dottorato di ricerca, scuola di specializzazione, stage in azienda… Successivamente, distingue i laureati occupati da quelli non occupati, per poi approfondire le caratteristiche del lavoro svolto (contratto, retribuzione, coerenza con gli studi compiuti...). L’insieme di tali informazioni permette una descrizione completa delle opportunità lavorative dei laureati fornendo, da un lato, una misura dell’occupazione nel suo complesso, dall’altro, mettendo in evidenza luci ed ombre del mercato del lavoro (es. difficoltà nel trovare un lavoro coerente con gli studi compiuti, retribuzioni non sempre in linea con uno standard adeguato per un laureato).

Per informazioni: occupazione@almalaurea.it
 

*D.M. 544/2007; D.D. 61/2008, D.M. 17/2010 e D.M. 50/2010 e, tra i più recenti, D.M. 635/2016 e D.M. 987/2016