Università

Ricorso al TAR contro il numero chiuso a medicina

Il CODACON: “E’ illegittimo”.
24 Luglio 2013
Il Codacons dichiara guerra al numero chiuso a Medicina. L'Associazione a tutela dei consumatori ha infatti deciso di promuovere un ricorso al Tar del Lazio, cui verra' chiesto di dichiarare illegittimo il sistema. 
Contro i test di ammissione alla facoltà di Medicina, che si terranno il 25 luglio a Roma e il 28 agosto a Milano, il Codacons, assieme all'associazione Articolo32 ha avviato la preparazione di un ricorso collettivo al Tar del Lazio, al quale possono partecipare tutti gli aspiranti medici. Le procedure saranno indicate sul sito dell'associazione. 
“Il numero chiuso per l'ammissione ai corsi di laurea in medicina – dicono le due associazioni -  rappresenta oltre che un danno per gli studenti, una violazione dell'art. 35 della Costituzione italiana, laddove afferma che 'I capaci e meritevoli anche se privi di mezzi, hanno il diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi'". "Migliaia di studenti - aggiunge il Codacons - vengono cosi' chiamati a giocarsi in 90 minuti il proprio futuro attraverso la lotteria dei test di ammissione, la cui soluzione spesso richiede capacità mnemoniche che nulla hanno a che vedere con l'accertamento dell'attitudine agli studi di medicina, cui sulla carta i test dovrebbero tendere. Che tale sistema di selezione dei futuri medici faccia acqua da tutte le parti lo dimostrano i continui cambiamenti che ogni anno vengono introdotti dal ministro di turno. Per non parlare poi dei gravi scandali che, puntualmente, ogni anno tra raccomandati e prove truccate contrassegnano lo svolgimento delle stesse. Ci vogliono far credere poi che sia l'Unione Europea ad imporci il numero chiuso, ma non e' affatto cosi'. “ L'Europa ci invita a garantire elevati standard qualitativi di preparazione, cosa ben diversa", conclude il Codacons.