Università

Borse di studio per matricole “brave” e fuorisede

AlmaLaurea: studia fuori regione un quarto degli studenti
09 Settembre 2013
Secondo le statistiche AlmaLaurea, il 25,7% delle matricole universitarie dell’anno accademico 2011-2012 si è iscritto ad un ateneo di una regione diversa dalla propria. Un quarto delle immatricolazioni: 71.725 giovani su un totale di 278.866.
 
E’ l’ultimo dato disponibile. Fatte le debite proporzioni e le gerarchie di merito alle scuole superiori, da quest’anno accademico  i più bravi di questo  25% possono partecipare alle oltre mille borse di studio, ognuna di cinquemila euro l’una, messi in palio dal Ministero dell’Istruzione per le le matricole italiane fuori sede. La condizione è iscriversi in università statali e non statali collocate in regioni diverse rispetto a quella di residenza e aver ottenuto ottimi risultati scolastici, almeno 95/100 alla maturità, e mantenere un alto rendimento durante il percorso universitario. L’obiettivo è sostenere gli studenti più capaci che vogliono andare all’università, ma sono privi di mezzi.
 
La regione con maggior numero di studenti immigrati è la Basilicata: 77,4%. La Valle d’Aosta è al 75,3, il Molise al 62,4. Per proseguire nelle statistiche di AlmaLaurea sulle immatricolazioni, il Trentino Alto Adige è a quota 48,3%, la Calabria al 43,7, la Puglia al 34,6, l’Abruzzo al 34,1, le Marche al 30, la Sicilia al 27,5, il Veneto al 26,6, l’Umbria al 26,1, la Liguria al 25,4. Le altre regioni sono tutte sotto la media nazionale, con la Lombardia minor “esportatrice” di studenti: 9%. Il Lazio è al 10,4. La Toscana al 12,4, l’Emilia-Romagna al 14, la Campania al 18,1, la Sardegna al 19,5, il Piemonte al 19,8, il Friuli Venezia Giulia al.21,9.
 
Ai più bravi di queste ragazze e ragazzi, il ministero ha messo a disposizione 17 milioni di euro, che permettono di finanziare circa 1.130 borse se i primi in graduatoria saranno immatricolati a lauree triennali, e circa la metà se saranno iscritti a lauree a ciclo unico di cinque o sei anni.
Per mantenere la borsa negli anni successivi, gli studenti dovranno mantenere una residenza al di fuori della regione sede dell’università e conseguire, entro la fine di ottobre di ciascun anno, almeno il 90% dei crediti formativi previsti dal piano di studi con una media dei voti almeno pari a 28/30 e non riportando alcuna valutazione al di sotto dei 26/30.
Gli studenti in possesso dei requisiti possono presentare la domanda on-line per l’attribuzione della borsa di mobilità entro il 26 settembre, attraverso il portale Universitaly.
La graduatoria unica nazionale sarà pubblicata il 30 settembre e verrà definita in base a due criteri: la votazione dell’esame di maturità e le condizioni economiche dello studente sulla base dell’Iseeu dell’anno 2012.
Gli studenti vincitori devono immatricolarsi nell’università prescelta entro il 14 ottobre, indicando la scelta definitiva dell’Università e del corso di studi entro il 17 ottobre on line e consegnando all’Università la certificazione dell’Iseeu 2012. Ciò non vale per gli studenti che in questi giorni sono alle prese con i test per l’accesso ai corso a numero programmato a livello nazionale, cioè Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura.