Università

“Tutti possono imparare”: la psicologia contro l’insuccesso scolastico

Al via a Firenze il master in “Psicologia scolastica e dei disturbi di apprendimento”.
11 Novembre 2013

Nel corso degli anni sui banchi di scuola, il 20% degli studenti italiani incontra difficoltà che possono portare fino alla bocciatura o all’abbandono. Il 23,9% ha insufficienti competenze nella lettura, il 18,7% in matematica. Le cause possono essere diverse: oltre a disabilità che ostacolano i processi di apprendimento, ci possono essere fattori ambientali e socio-economici, ma anche emotivi e motivazionali. “I processi psicologici cognitivi e affettivi necessari per un buon apprendimento e per costruire buone relazioni sono strettamente connessi, così come sono altrettanto intrecciate le competenze relazionali e il rendimento scolastico di ogni ragazzo, in un continuum che va dalla sana integrità e buona efficienza delle funzioni cognitive, emotive, affettive, relazionali, sociali e di apprendimento, fino alle più gravi deficienze e atipicità di tali funzioni”, dice la professoressa Giuliana Pinto, direttrice del master di secondo livello in “Psicologia scolastica e dei disturbi di apprendimento” istituito dal dipartimento di Scienze della formazione e Psicologia dell’Università di Firenze, e giunto quest’anno alla sua sesta edizione.

“Fino a qualche tempo fa era opinione comune che la capacità di studiare e l’essere ‘portati per la scuola’ fossero doti che chi possedeva poteva esercitare, ma che chi non possedeva doveva rassegnarsi a non avere – spiega la professoressa –. Adesso sappiamo che pur essendo ognuno diversamente dotato e diversamente predisposto, tutti possono imparare ad imparare”.

Rivolto  a psicologi, neuropsichiatri, insegnanti, terapisti, il master mira  a formare professionisti capaci, da una parte, di aggiornare il personale scolastico sulle tecniche e gli strumenti per migliorare il livello di apprendimento degli studenti e le qualità affettive e relazionali  della vita in classe, e, dall’altra, di effettuare interventi mirati a prevenire e cogliere sul nascere gli ostacoli e i disturbi connessi all’apprendimento, a valutarne l’entità e a predisporre pratiche e azioni educative  per potenziare competenze e abilità di classi intere, gruppi o di singoli studenti alle prese con piccole e grandi difficoltà.

“La funzione della psicologia scolastica si esplica in tutto il sistema, non solo con i ragazzi, ma anche con tutti coloro che a vario titolo ne fanno parte – continua la direttrice del master –. Pensiamo, solo per fare un esempio, alla complessità psicologica delle relazioni tra insegnante e allievo, oppure degli alunni tra di loro o con gli insegnanti, e ancora alla relazione tra scuola e famiglia.”.

Il master prevede 9 mesi di lezione con frequenza obbligatoria a partire dal prossimo gennaio. Tra gli argomenti affrontati, il processo di insegnamento e di apprendimento, lo sviluppo socio-affettivo nei contesti scolastici, le difficoltà e i disturbi dell’apprendimento. Moduli specifici saranno su dislessia, disortografia, discalculia, autismo e sindrome da deficit di attenzione e iperattività. Alla parte in aula seguirà un tirocinio da 14 crediti formativi, che si potrà svolgere presso istituzioni scolastiche o nei centri diagnostici, terapeutici e di  ricerca convenzionati, in cui sia attivo un servizio di psicologia scolastica.

Il corsista apprenderà ad utilizzare gli strumenti di valutazione e di intervento relativi a situazioni patologiche o di rischio, con particolare attenzione alle difficoltà e ai disturbi di apprendimento. La formazione ricevuta consentirà di rispondere a richieste espresse da enti educativi e sanitari oppure da famiglie e singoli utenti, nell’ottica della prevenzione, della diagnosi precoce e della predisposizione e valutazione degli interventi.

 

Master di II livello in “Psicologia scolastica e dei disturbi di apprendimento”
Università degli studi di Firenze – Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia
Direttore: professoressa Giuliana Pinto
Dati relativi all’edizione 2013/2014
Sede del corso: Firenze
Posti disponibili: minimo 10, massimo 50
Durata: annuale
Stage: sì
Scadenza iscrizioni: 31 ottobre 2013
Costo di iscrizione: 2.500 euro
Borse di studio: sì, a copertura totale del costo di iscrizione
Per informazioni:
Professoressa Giuliana Pinto, tel. 055 2755022, e-mail giuliana.pinto@unifi.it
Sito: http://www.unifi.it/cmpro-v-p-9629.html#disturbi