Lavoro

EXPO 2015, Confindustria dell'Emilia Romagna chiama gli studenti delle superiori

Iniziativa realizzata dai Giovani imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale ed AlmaLaurea.
18 Novembre 2013
CREI-AMO L’IMPRESA! per far conoscere agli studenti degli istituti secondari della regione il mondo del lavoro e dell’azienda e avvicinarli alla cultura d’impresa e all'autoimprenditorialità. E’ l’iniziativa realizzata dai Giovani imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale ed AlmaLaurea.
 
Quest’anno il progetto è dedicato all’EXPO 2015, l’esposizione internazionale che si terrà a Milano da maggio ad ottobre 2015 e sarà dedicato al tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. “Abbiamo deciso di dedicare il progetto all’EXPO 2015 ­ - dice la presidente dei Giovani Imprenditori dell’Emilia-Romagna, Giorgia Iasoni - ­ perché riteniamo che sia fondamentale far lavorare sin d’ora i giovani della nostra regione sui temi di questa manifestazione, che rappresenta una straordinaria vetrina per il nostro Paese. I business plan dovranno concentrarsi su prodotti e servizi connessi all’alimentazione, salute, ambiente, energia, innovazione e così via, nonché sulla valorizzazione dell’Emilia-Romagna dal punto di vista dell’attrazione di flussi turistici, specie internazionali”.
 
“In questi anni ­ aggiunge l’imprenditrice -  abbiamo visto bellissimi progetti d’impresa, che hanno coinvolto complessivamente 1.200 studenti, insieme ai docenti e ai giovani imprenditori che fanno da business angel”. Nel corso dell’anno scolastico gli studenti, coordinati da uno o più docenti, elaboreranno un progetto d’azienda sui temi dell’EXPO, mettendo insieme le conoscenze maturate a scuola, le attitudini personali e le vocazioni economiche del territorio. Dovranno poi strutturare, con la supervisione dei giovani imprenditori, un vero e proprio business plan. Gli elaborati finali dovranno essere inviati a Confindustria Emilia-Romagna entro il 16 maggio 2014. Saranno valutati da una giuria composta dal presidente di Confindustria Emilia-Romagna, dal direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale e dal direttore di AlmaLaurea. La valutazione dei progetti avverrà sulla base di quattro criteri: l’originalità dell’idea, la realizzabilità dell’impresa, l’attinenza alle vocazioni e alle opportunità del territorio, il rispetto dei criteri di responsabilità sociale e ambientale. Il giudizio sarà poi integrato dalla capacità di presentazione in pubblico da parte degli studenti, nel corso della premiazione che si svolgerà il 3 giugno 2014.
 
Alla classe vincitrice assoluta sarà riconosciuto un premio, consistente in un buono acquisto di libri, e tutti gli studenti partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione. Il progetto, che è coordinato dai giovani imprenditori Fabio Poli di Modena e Maria Teresa Colombo di Rimini, fa parte delle azioni previste dal Protocollo d’intesa tra il ministero della Pubblica Istruzione e Confindustria.