Lavoro

Bando per 365 posti da magistrato

Il ministero di Giustizia ha bandito il concorso per magistrati ordinari. Le domande dovranno essere compilate online e poi inviate via email entro il 9 dicembre 2013.
26 Novembre 2013

Un concorso per 365 magistrati ordinari. Lo ha bandito il ministero di Giustizia, Gazzetta ufficiale n 88 dell'8 novembre 2013 (4a serie speciale concorsi). Le domande dovranno essere presentate entro il 9 dicembre 2013.

Possono partecipare laureati in giurisprudenza, chi ha svolto le funzioni di magistrato onorario, chi è abilitato all’esercizio della professione forense, chi appartiene al personale universitario di ruolo docente di materie giuridiche in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza, magistrati amministrativi e contabili, procuratori dello Stato e dipendenti delle Stato con specifiche qualifiche.

Ciascun candidato ammesso dovrà sostenere una prova scritta e una prova orale. La prova scritta consisterà nello svolgimento di tre elaborati teorici su diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo. Per lo svolgimento di ciascun elaborato teorico i candidati hanno a disposizione otto ore dalla dettatura della traccia.

Durante la prova orale saranno affrontati i temi legati a diritto civile ed elementi fondamentali di diritto romano, procedura civile, diritto penale, procedura penale, diritto amministrativo, costituzionale e tributario, diritto commerciale e fallimentare, diritto del lavoro e della previdenza sociale, diritto comunitario, diritto internazionale pubblico e privato, elementi di informatica giuridica e di ordinamento giudiziario. E' anche previsto un colloquio su una lingua straniera scelta fra le seguenti: inglese, francese, spagnolo e tedesco.

La domanda di partecipazione deve essere redatta compilando il modulo online. Dopo aver completato l’inserimento e la registrazione dei dati, il sistema informatico notificherà l’avvenuta ricezione, fornendo una pagina di risposta che contiene il collegamento al file in formato .pdf “domanda di partecipazione”.

Il candidato deve salvare la domanda, stamparla, firmarla in calce e unitamente a fotocopia di un documento di identità scansionarla in formato .pdf e poi inviarla via email.

Maggiori informazioni