Lavoro

Le professioni più richieste? Top manager ed esperti web

Ecco le professioni più ricercate secondo una ricerca de La Stampa e della società di selezione internazionale Michael Page.
14 Gennaio 2014

Export manager. Managing director. Direttori finanziari. Dirigenti esperti di e-commerce e direttori commerciali. Progettisti meccanici ed elettronici. Buyer nel settore Oil&Gas. Sviluppatori web. Export manager. Assistenti/segretarie altamente specializzate. Sviluppatori web.

Secondo una ricerca de La Stampa e della società di selezione internazionale Michael Page, sono le professioni più ricercate. Di elite, in un Italia che ha un tasso di disoccupazione del 12,7% e che per i giovani schizza al 41,6. Top manager e super esperti. Speriamo.

Export manager: a tenere in piedi le aziende italiane sono state le vendite estere. Di conseguenza, i top manager più richiesti e ben pagati sono e restano gli export manager. Si richiede ottima conoscenza delle lingue (inglese e anche tedesco), ma lo stipendio è invitante: tra i 50/70mila euro per i manager con almeno 5 anni di esperienza e circa 70/120mila per chi lavora da 8 o 10 anni. Non manca la domanda anche per gli export manager di medio livello. Conoscere lingue come il tedesco, il russo o il cinese, in questo caso, significano lavoro garantito.
Managing director: sono i tagliatori di teste, posti, costi. “Sono chiamati per guidare ristrutturazioni, riorganizzazioni e crisi aziendali e sono tutt'oggi molto richiesti", commenta Tommaso Mainini, country manager Italia ed Europa di Michael Page. "Si tratta di figure assunte a tempo determinato, ma proprio per questo ben pagate, anche 300mila euro per un medio periodo”.
Direttori finanziari: in un periodo in cui le aziende arrancano e cercano soci finanziatori, il direttore finanziario (cfo) è una figura sempre più centrale (retribuzione tra i 100 e i 180mila euro), insieme con i manager esperti in fusioni e acquisizioni aziendali.
Dirigenti esperti di e-commerce e direttori commerciali: a loro il compito di sviluppare nuove idee e canali per rilanciare le vendite in un periodo di stallo dei consumi.

Per le figure intermedie, invece, continuano a pagare le professioni ad alta specializzazione.
- Lo zoccolo duro restano i progettisti meccanici ed elettronici laureati in ingegneria.
- Seguono la figura del buyer nel settore Oil&Gas;
- In buona posizione anche le assistenti/segretarie altamente specializzate, in particolare le addette al front-office, le poliglotte, e quelle specializzate nell’area legale "settore particolarmente in crescita a causa delle cause di lavoro e per mancati pagamenti conseguenti alla crisi”.
- La lista si chiude con i soliti sviluppatori web e in particolare quelli che sviluppano applicazioni per la telefonia mobile.