AlmaLaurea News

"AlmaLaurea, eccellenza Italiana, può fare la differenza in Armenia"

Sargis Ghazaryan, Ambasciatore dell'Armenia in Italia, in occasione del Convegno “Imprenditorialità e innovazione: il ruolo dei laureati”. La video-intervista.
19 Marzo 2014

“Lo strumento di AlmaLaurea, che è un’eccellenza Italiana,  può fare la differenza esportato in Armenia: può colmare il gap tra università e mondo del lavoro, dell’impresa, delle start up, del venture capital”. A parlare è Sargis Ghazaryan, Ambasciatore dell'Armenia in Italia, a margine del Convegno “Imprenditorialità e innovazione: il ruolo dei laureati”, tenuto il 10 marzo all’Università di Bologna, in occasione della presentazione del XVI Rapporto sulla condizione occupazionale AlmaLaurea dei laureati 2014. 

Guarda la video-intervista:

“L’Armenia è un paese in crescita che sta investendo molto, a tassi del 25%, soprattutto nel campo dell’Information and Communication tecnology” spiega Ghazaryan. “La nostra risorsa primaria è la risorsa umana: su questo abbiamo fondato un modello economico estremamente diversificato e per questo più stabile che cresce al tasso del 4% annuo del Pil. Inoltre, stiamo rilanciando quello che nel medioevo erano le reti commerciali globali armene. AlmaLaurea è lo strumento che ci permette di fare la differenza, di dare sostanza a quel processo in cui si trasformano le idee in impresa. Siamo qua per riscrivere una nuova pagina del cammino armeno”. 

Il progetto Tempus che AlmaLaurea sta sviluppando Armenia, con il finanziamento europeo, ha la finalità di aiutare le Università Armene a sviluppare un pilota della banca dati sul modello proposto dal Consorzio che possa in seguito essere esteso all’intero corpo universitario del Paese. La banca dati porterà a realizzare nel sistema universitario in Armenia analisi sulle caratteristiche di studio dei laureati e una banca dati con i loro curricula online per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. AlmaLaurea è incaricata di trasferire il know how e le competenze ai partner armeni accompagnando la sua azione con la consulenza esterna di tre atenei Europei: Università del Minho, Braga (Portogallo), l'Università di Huelva e Las Palmas (ES), che stanno attualmente sviluppando un sistema di banca dati dai laureati denominato “Porta Laurea”.