Lavoro

"Agroalimentare e occupazione"

“Gli studenti delle ex facoltà di Agraria trovano impiego più velocemente, ma oggi troppi giovani sognano di fare gli chef stellati. A colloquio con Andrea Segrè.
02 Luglio 2014

AlmaLaurea? “Una grande invenzione, aiuta docenti e imprenditori a tenere dritta la barra, è uno strumento ineludibile”. I profili più richiesti del settore agroalimentare? “AlmaLaurea ci mostra come gli studenti delle ex facoltà di Agraria trovino impiego più velocemente, anche se oggi tutti sognano di fare gli chef a 4 stelle perché c’è un’inflazione mediatica”.  A parlare è il professore Andrea Segrè, intervenuto alla presentazione a Bologna di Petroleum, il progetto lanciato dalla Fondazione Obiettivo Lavoro per creare occupazione giovanile nel turismo, nella cultura e nell’arte. Segrè è anche direttore del dipartimento di Scienze e tecnologie agroalimentari dell’Università di Bologna, presidente del Last minute market e del Caab, il Centro agroalimentare bolognese e l’ideatore, insieme al patron di Eataly Oscar Farinetti, di Fico, la Fabbrica italiana contadina che nascerà sotto le Due Torri.

Guarda il video dell'intervista