Corsi post laurea

App e social, ecco i comunicatori di domani

Nuova edizione per il master di primo livello in Web communication e social media organizzato dall’Università di Parma.
18 Settembre 2014

Blog, siti web, social network, app. I professionisti della comunicazione oggi come oggi devono conoscere questo nuovo mondo virtuale, o rischiano di essere tagliati fuori dal circuito globale dell’informazione. Giunto alla sua terza edizione, il master di primo livello in Web communication e social media dell’Università di Parma si occupa proprio di questo. Il professor Giorgio Triani, coordinatore del corso, spiega: “Puntiamo su due elementi: la qualità della scrittura giornalistica abbinata alle conoscenze tecniche della strumentazione, fondamentali oggi per svolgere il mestiere”. Il master, che prenderà avvio a fine ottobre per concludersi ad aprile dell’anno prossimo, ha dato vita anche a un web magazine, Socialnonmente. “I 19 studenti della scorsa edizione – continua Triani – hanno già quasi tutti trovato lavoro in imprese, società web agency e uffici stampa. È questa la nostra forza”.

Professor Triani, che tipo di professionista forma il master?
“Si tratta di un comunicatore a tutto tondo, che comprende sia la figura del giornalista, professione che si sta ridefinendo profondamente, sia quella di un tecnico, con competenze sulle piattaforme di gestione contenuti, sui social network e sui blog. Nascono così nuovi esperti, con conoscenze approfondite anche delle applicazioni mobili che stanno completamente ridisegnando il mondo dei media, ma anche del marketing e della comunicazione d’impresa”.

Come avete strutturato la didattica per raggiungere questo vostro obiettivo formativo?
“Il master è strutturato in 15 insegnamenti fondamentali nei quali gli studenti spaziano dal web marketing alla social media strategy, dal diritto in rete alla ricerca e controllo delle fonti. I docenti sono sia professionisti provenienti dall’ambito giornalistico, pubblicitario e delle imprese 2.0, sia professori universitari. Ad esempio, lo scrittore Guido Conti si occupa del modulo di scrittura creativa, il presidente di Class pubblicità Domenico Ioppolo spiega le nuove forme di comunicazione pubblicitaria, mentre il corso in Psico-sociologia dei social media è tenuto da Marco Valesi della University of Merced-California, che interviene in video conferenza, modalità che usiamo spesso”.

I vostri studenti affrontano anche attività pratiche?
“Sì, parallelamente alle lezioni frontali si svolgono sei laboratori pratici. I primi due si occupano di piattaforme di gestione contenuti, nello specifico Wordpress e Drupal. Poi c’è un laboratorio di social media e uno di animazione video e stop motion, che insegna agli studenti come creare piccoli video di circa 30 secondi. Chiudono il ciclo un laboratorio radiofonico di web radio e uno di grafica. Sono anche previsti alcuni workshop, nei quali gli studenti si mettono alla prova su casi concreti. Comunque, tutte le attività che proponiamo sono molto pratiche: per imparare veramente bisogna mettere le mani in pasta”.

E sono previsti anche stage?
“Gli studenti devono svolgere obbligatoriamente un tirocinio di 350 ore presso imprese che, anche se appartengono a diversi settori, hanno in comune la volontà di investire nel digitale. I ragazzi si trovano spesso a gestire e migliorare siti aziendali e i profili sui social network. Grazie a questi stage, inoltre, è molto probabile che si aprano prospettive di assunzione. Non dimentichiamo che l’anno scorso quasi tutti i nostri studenti hanno trovato lavoro subito dopo la fine del master”.

Da quest’anno avete attivato anche una “Sicily summer school 2.0”: in cosa consiste?
“Si tratta di un breve corso, che si svolge dall’8 al 19 settembre a Favignana, in Sicilia. Docenti e professionisti del 2.0 propongono brevi corsi in materia di comunicazione online e social media, strutturati su due livelli: base e avanzato. Le attività didattiche si svolgono tutte le mattine per cinque giorni. Questa summer school è pensata per creare strumenti utili allo sviluppo del territorio dell’isola, come blog e siti per la promozione turistica e per l’e-commerce. Ripeteremo il prossimo anno l’esperienza e siamo aperti a collaborare con altri corsi di laurea o master affini che volessero unirsi a noi per proporre questa formula di vacanza formativa”.

 

Master di I livello in Web Communication e social media
Università di Parma – Dipartimento di lettere, arti, storia, società (Lass)
Presidente: professoressa Anna Maria Cavalli
Coordinatore: professor Giorgio Triani
Per informazioni:
E-mail: italiano@unipr.it
Sito web: www.webmediamaster.unipr.it/index.html
Pagina Facebook: www.facebook.com/masterwebcommunication