Corsi post laurea

I medicinali dalla creazione alla commercializzazione

Prima edizione per il master in Gestione regolatoria del ciclo di vita del farmaco, organizzato dall’Università di Camerino in collaborazione con diverse aziende farmaceutiche. Iscrizioni entro il 25 novembre.
12 Novembre 2014

“Il nostro obiettivo è quello di formare uno specialista degli strumenti regolatori per la gestione del medicinale, che sia aggiornato su tutte le linee guida indispensabili per portare un nuovo prodotto farmaceutico sul mercato”. A parlare è il professor Giovanni Filippo Palmieri, direttore del master di secondo livello in “Gestione regolatoria del ciclo di vita del farmaco” organizzato, per la prima volta quest’anno, dall’Università di Camerino. “Le linee guida sono emanate dall’ente regolatore che approva il medicinale: è necessario quindi conoscerle se si vuole commercializzare un prodotto. In questo senso, il corso completa le conoscenze scientifiche acquisite con la laurea”. Le lezioni si svolgono principalmente presso il Centro internazionale radio medico di Roma, mentre una parte minoritaria si tiene presso lo stabilimento farmaceutico Angelini di Ancona. “Le industrie ricercano figure di questo tipo – spiega il professore – tanto che sono state proprio loro a sollecitare la nascita del master”. Iscrizioni entro il 25 novembre.

A chi è indirizzato il corso?
“Il master è pensato per i laureati magistrali in Farmacia e in Chimica e tecnologia farmaceutiche, che sono i più vicini agli argomenti trattati, ma è aperto anche a chi ha studiato Medicina, Veterinaria, Scienze biologiche, Biotecnologie, Chimica o Ingegneria chimica”.

Com’è organizzata la didattica?
“Le lezioni iniziano a gennaio dell’anno prossimo e durano fino a dicembre. Il master è diviso in moduli, che tengono conto delle diverse sperimentazioni attraverso cui passa ogni farmaco: la sperimentazione chimica, la sperimentazione farmacologica e la sperimentazione tecnologica. Ogni fase ha infatti le sue regole e sono proprio queste norme che gli studenti vanno ad analizzare nello specifico, per sapere in che modo va prodotto un medicinale affinché sia approvato dall’Agenzia italiana del farmaco, l’Aifa, o da altri enti regolatori ad iniziare da quello europeo, l’Ema”.

Chi sono i docenti?
“In minima parte si tratta di professori universitari. Per il resto, le lezioni sono tenute da professionisti dell’industria farmaceutica”.

Sono previste attività pratiche?
“Sì, a conclusione delle lezioni frontali è obbligatorio svolgere uno stage di 6 mesi, per un totale di 650 ore, presso le industrie farmaceutiche convenzionate con l’Università di Camerino, che sono una decina. Dopo aver studiato le regole, gli studenti possono così imparare a metterle in pratica”.

Quali opportunità lavorative offrite ai vostri studenti?
“Il master può fare la differenza nel trovare impiego nell’industria farmaceutica. Del resto anche il tirocinio è finalizzato all’assunzione: è una possibilità che gli studenti devono cercare di giocarsi al meglio”.

 

Master di II livello in Gestione regolatoria del ciclo di vita del farmaco
Università di Camerino – Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute
Direttore del corso: Giovanni Filippo Palmieri
Dati relativi all’edizione 2014/2015
Sede del corso: Camerino (MC)
Numero di iscritti: massimo 20
Durata: gennaio – dicembre 2015
Lingua: italiano
Stage: sì
Presentazione delle domande: iscrizioni entro il 25 novembre 2014
Costo: 3.500 euro
Borse di studio: no
Per informazioni:
Polo di Alta formazione
Emanuela Buoncompagni
tel. 0737 402124 | e-mail emanuela.buoncompagni@unicam.it
Daniela Nizi
tel. 0737 402029 | e-mail daniela.nizi@unicam.it
Sito web