Lavoro

I laureati incontrano le imprese

Il 27 novembre Job Day 2014 dell’Ateneo di Parma, AlmaLaurea presenta i dati sulla condizione occupazionale dei laureati dell’ateneo parmigiano.
24 Novembre 2014

Una giornata dedicata all’incontro tra laureati e mondo del lavoro e delle professioni promosso all’Università di Parma: Job Day 2014, il 27 novembre al Palazzo centrale dell’ateneo parmigiano, dalle 9.30, si parlerà di formazione, giovani e occupazione, ovvero di futuro insieme a imprenditori, docenti, studenti ed esperti del mondo della formazione. All’evento prenderà parte anche AlmaLaurea con la presentazione dei dati sulla condizione occupazionale dei laureati di primo livello e magistrali dell’Università di Parma: dalla stabilità al guadagno, dallo stage all’origine famigliare.

Una fotografia, quella scattata dal Consorzio, che mette a confronto gli atenei emiliano romagnoli e il contesto nazionale, confermando ancora una volta un dato imprescindibile: il titolo di laurea continua a rappresentare ancora oggi, e soprattutto in questo momento di grande difficoltà economica, un forte investimento contro la disoccupazione.

Imprese e università quindi, insieme per ridare un futuro alle nuove generazioni e quindi al Paese perché, come ricorda Andrea Cammelli, fondatore nel 1994 e direttore di AlmaLaurea: “L’attività imprenditoriale richiede “capitale di rischio” e, anche e soprattutto in questo paese, capitale umano qualificato. Per questo motivo, tra gli strumenti di sostegno alla nuova imprenditorialità, oltre allo sviluppo del venture capital, di una più capillare presenza di incubatori e acceleratori, vi è sicuramente l’educazione imprenditoriale, un fronte sul quale diverse università si stanno impegnando, avviando iniziative curriculari e non curriculari. Resta il fatto che nel nostro Paese scontiamo un ritardo nei livelli di scolarizzazione, solo il 30% dei giovani diciannovenni si iscrive all’università, e questo si riflette anche sui livelli di istruzione della classe manageriale e dirigente italiana. Basti pensare che i manager con laurea o titolo superiore mentre nell’UE sono il 53%, e nessun paese scende sotto il 51%, in Italia sono solo il 24%”.

Il Job Day organizzato dall’Università di Parma si inserisce in questo contesto e “rappresenta un appuntamento fondamentale e di alto valore strategico per il nostro ateneo, una grande opportunità per i nostri studenti che porta avanti il percorso di avvicinamento tra università e territorio” chiarisce Loris Borghi, il neoeletto rettore dell’Ateneo di Parma.

Maggiori informazioni