AlmaLaurea News

Diplomati oggi e domani: le loro scelte formative e occupazionali

L’identikit di 90mila diplomati intervistati a uno, tre e cinque anni dal conseguimento del titolo: il nuovo Rapporto sulla loro condizione occupazionale e formativa realizzato da AlmaDiploma e da AlmaLaurea.
25 Febbraio 2015

Cosa avviene dopo il diploma? Quali sono le scelte formative e professionali degli studenti nel breve e nel lungo periodo? Il nuovo Rapporto sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore, realizzato da AlmaDiploma e da AlmaLaurea, traccia l’identikit di 90 mila diplomati del 2013, 2011 e 2009 intervistati a uno, tre e cinque anni dal conseguimento del diploma, appartenenti a 350 Istituti di scuola secondaria. Nello specifico, sono stati coinvolti circa 50.000 diplomati del 2013, indagati ad un anno dal diploma; 30.000 diplomati del 2011, intervistati a tre anni e 10.000 diplomati del 2009, contattati a cinque anni dal diploma.

“L’Indagine AlmaDiploma, che permette di conoscere in modo concreto e tempestivo il destino dei diplomati al di là delle loro intenzioni e desideri, seguendoli nella loro esperienza sino a cinque anni dal conseguimento del titolo, va nella direzione indicata dal nostro Sistema Nazionale di Valutazione. Una documentazione disaggregata sino ai singoli indirizzi degli Istituti secondari superiori, che fotografa le scelte e le performance dei diplomati e che permette di conoscere alla “distanza” cosa accade ai nostri giovani nel passaggio dalla scuola all’università e al mondo del lavoro. Attraverso un sistema di rating indispensabile per valutare e migliorare l’adeguatezza e l’efficacia della formazione impartita tra banchi e laboratori e incidere, per questa via, in modo concreto sul sistema scolastico nel suo complesso, sulle politiche all’istruzione e al lavoro, e sull’orientamento. Il Rapporto diventa pertanto un tassello fondamentale per raggiungere gli obbiettivi della recente direttiva triennale inserita del Rapporto “La Buona Scuola”, realizzato dal Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca: un processo di valutazione indirizzato al miglioramento della qualità dell’offerta formativa, alla riduzione della dispersione scolastica e delle differenze nei livelli di apprendimento e, al contempo, al rafforzamento delle competenze di base degli studenti”, dichiara Andrea Cammelli, fondatore e direttore dal 1994 di AlmaLaurea, il Consorzio Interuniversitario che insieme all’associazione di scuole AlmaDiploma ha curato l’indagine a uno, tre e cinque anni dal conseguimento del titolo.

Nel Rapporto vengono indagati diversi elementi: la quota dei ripensamenti, ovvero i diplomati che potendo tornare ai tempi dell’iscrizione alla scuola superiore farebbero una scelta differente, valore che aumenta con il trascorre del tempo; e quanti, scegliendo di proseguire gli studi oltre il diploma, si sono poi pentiti del percorso universitario intrapreso. Da qui la necessità di mettere in atto politiche di orientamento mirate alle esigenze individuali degli studenti. E poi il mondo del lavoro, il guadagno, gli ambiti professionali e la tipologia contrattuale, a uno, e a tre e a cinque anni dal diploma. Fino al focus che mette in risalto l’importanza all’interno degli Istituti di progetti di alternanza scuola-lavoro, compresi stage e tirocini.

Dal Rapporto emerge che “sono molte le buone pratiche diffuse nelle scuole, pratiche che oggi devono andare a sistema – suggerisce Elio Pasca, direttore di AlmaDiplomacome, ad esempio, l’alternanza scuola-lavoro da proporre anche ai licei, lo stage/tirocinio prima e dopo il diploma, le esperienze di studio all’estero organizzate dalle scuole. Dall’Indagine sulle scelte dei diplomati emerge infatti che queste attività, molto gradite dagli studenti, hanno un riscontro positivo anche dopo il diploma perché offrono ai giovani maggiori chance di trovare lavoro”.

Il Rapporto è disponibile on line (www.almadiploma.it) e si affianca agli altri strumenti che AlmaDiploma rende disponibili: Profilo dei Diplomati, indagine predisposta annualmente sulla base della compilazione del questionario AlmaDiploma da parte degli studenti dell’ultimo anno di scuola; percorso AlmaOrièntati, utile a fornire indicazioni agli studenti che intendono proseguire gli studi (www.almaorientati.it); banca dati dei diplomati che attualmente rende disponibili on line quasi 250mila curricula; piattaforma per l’intermediazione messa a disposizione degli istituti che intendono facilitare l’incontro fra domanda e offerta di lavoro per i propri diplomati.