Lavoro

Quel mix vincente che fa la differenza

Eleonora Scognamiglio, HR Consultant di Altran Italia, spiega l’importanza delle competenze trasversali per identificare le abilità richieste alle persone all’interno del gruppo internazionale.
21 Aprile 2015

50% di curriculum vitae + 50% soft skills: è questo il mix vincente che deve possedere chi aspira ad entrare in Altran.

Il gruppo internazionale, un vero fiore all’occhiello nel campo dell’innovazione, che offre consulenza nel campo dell’ ingegneria high-tech ed è leader Europeo nel settore di riferimento, con oltre 2.200 dipendenti e sedi, laboratori tecnici e presidi su buona parte del territorio nazionale e in molti paesi del mondo, opera da oltre 30 anni per supportare le aziende nelle loro attività di creazione e di sviluppo di nuovi prodotti e servizi.

“Per entrare in Altran, una realtà poliedrica, dinamica e ricca di sfide - spiega la dottoressa Eleonora Scognamiglio, HR Consultant di Altran Italia- servono competenze nel campo dell’innovazione tecnologica, ma anche dinamismo, attenzione alle persone e soddisfazione del cliente. E con queste caratteristiche ricerchiamo sia profili di neo laureati sia candidati con esperienza”. “A chi desidera lavorare in Altran Italia - precisa la Scognamiglio - consiglio di lasciarsi guidare dalla passione per costruire l’innovazione e per contribuire allo sviluppo tecnologico, da sempre la nostra linea guida”.

 

Quali sono le posizioni più ricercate e come selezionate i vostri candidati?
“Cerchiamo consultant nell’innovazione tecnologica: persone che siano animate dalla voglia di affrontare le sfide dell’innovazione, che abbiano spirito di iniziativa e amino lavorare in gruppi multidisciplinari e internazionali, in cui creatività e curiosità possano trovare un fertile terreno su cui esprimersi. L’altra figura professionale in Altran è rappresentata dal Business Manager, che ha tra i suoi obiettivi di identificare e selezionare i migliori candidati, sviluppare business e accompagnare il proprio team in un percorso di crescita professionale. I nostri canali di reclutamento sono la collaborazione con i principali atenei e Business school, Master e Scuole di alta formazione, la partecipazione ai Job Fair, la partnership con i più importanti job board. La selezione avviene soprattutto attraverso colloqui individuali e di gruppo per analizzare tanto le competenze tecniche e linguistiche nonché le soft-skill”.

 

Che competenze deve possedere un giovane laureato che aspira a lavorare in Altran?
“Cerchiamo sia profili neo sia candidati con esperienza. Le lauree (magistrale e specialistica) più richieste sono Ingegneria, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Economia e Statistica. Completano il quadro competenze tecnologiche specifiche richieste dalla posizione per cui si concorre e ottima conoscenza della lingua inglese”.

 

Quali sono invece le soft skills necessarie e imprescindibili?
“Durante il nostro iter di selezione accordiamo molta importanza alla valutazione delle soft skills. Per noi un profilo è fatto per il 50% dal curriculum vitae, per l’altra metà dalle competenze trasversali imprescindibili per le figure che ricerchiamo. Il consultant ha un profilo “tecnico” e non solo, in quanto svolge un importante ruolo di relazioni e si trova spesso ad operare in contesti e con persone di volta in volta differenti per industry, cultura ed estrazione professionale. Inoltre, l’eterogeneità delle soluzioni offerte e la focalizzazione su differenti aree di mercato creano un ambiente poliedrico, costituito da competenze molto diversificate che consentono ai nostri innovation makers di prendere parte ogni giorno a progetti complessi e stimolanti. Altran, inoltre, ha individuato un modello di competenze trasversali, definito General Skills, che ha l’obiettivo di identificare le abilità richieste alle persone nell’organizzazione. Si tratta di soft skills indispensabili per una professionalità a tutto tondo e sono: Leadership; Communication; Teamwork; Initiative and autonomy; Customer focus; Knowledge Capitalization; Business Acumen; Living Altran Values; Languages. Rappresentano, in sostanza, il Dna delle nostre persone! A tal proposito, seguiteci su LinkedIN, dove inseriremo a breve una rubrica sulla nostra Company Page dedicata proprio al commento delle General Skills!

 

Quali sono i percorsi di inserimento dei candidati?
“Subito dopo l’assunzione, Altran offre a tutti i neoassunti un programma personalizzato d’integrazione in azienda finalizzato ad approfondire la conoscenza del Gruppo, le attività, i processi aziendali e le opportunità interne di crescita e sviluppo. Quattro sono gli step del nostro processo d’induction: il welcome, due giornate di formazione in aula, l’affiancamento di un tutor aziendale e infine l’assegnazione degli obiettivi per il primo anno in azienda. Lo scopo è di accompagnare i neossunti nei primi passi che muoveranno in azienda. Inoltre, offriamo agli Innovation Maker l’opportunità di accrescere doti individuali e patrimonio di competenze attraverso i programmi dell’International Management Academy, la nostra Corporate University, che ha proprio l’obiettivo di sviluppare i talenti di ciascuno attraverso percorsi formativi e di crescita distintivi per ogni figura professionale”. 

 

Quanto sono importanti i temi di inclusion e diversity nel vostro Gruppo?
“Altran sta sviluppando strategie per combattere la discriminazione e promuovere la diversity: sono implementate politiche antidiscriminatorie in conformità alle legislazioni dei Paesi in cui il Gruppo opera. Alcune delle aziende del Gruppo hanno firmato delle “Diversity Charter” e hanno lanciato iniziative volte a favorire l'occupazione delle donne e dei disabili. Per favorire l’inclusione sociale dei giovani, ogni anno viene organizzata una settimana speciale dedicata a YUMP (YOUG URBAN MOVEMENT PROJECT), un programma di accelerazione di start-up lanciato con grande successo in Svezia nel 2008 per sostenere i progetti imprenditoriali nati in quartieri popolari. Dal punto di vista della diversity, Altran ha lanciato al Paris Airshow nel giugno 2013 il network “Women in Engineering”. L’iniziativa nasce da un gruppo di direttori Altran e varie donne influenti di altre aziende con l’obiettivo di facilitare l’accesso a posizioni di top- management di donne ingegneri in tutte le professioni scientifiche e di dimostrare il prezioso contributo che possono dare per promuovere l'innovazione”.

 

Il concorso The Project che finalità ha?
THE i PROJECT” (la "i" sta per “innovazione”) è il nome del concorso internazionale per l'innovazione del Gruppo Altran, che assegna un premio di 100.000 euro a ogni progetto vincitore. Questo programma aziendale interno, che promuove l'innovazione e la collaborazione, rappresenta una sfida per i dipendenti del Gruppo e mira a incentivare la ricerca e l'innovazione attraverso un concorso aperto a tutti i dipendenti, a prescindere dalla loro specializzazione, dal settore o dal Paese in cui operano. I candidati devono inviare una proposta, che sarà valutata da una giuria, mirata a proficuo rinnovamento go-to-market sotto forma di concept o di prototipo. Sin dalla sua creazione nel 2013, il concorso THE i PROJECT ha già premiato 11 innovativi progetti ideati da team transnazionali. Dalla gestione dell'energia verde ai vestiti connessi a internet, senza contare i vari progetti di realtà aumentata. Le prime due edizioni di questo programma hanno portato Altran ad esplorare un nuovo approccio al management. THE i PROJECT incoraggia l'iniziativa personale, promuove il lavoro di squadra e offre ai dipendenti l'opportunità di immaginare e sviluppare un'idea che li ispiri”.

 

Cosa ne pensa dei servizi offerti da AlmaLaurea? Sono utili per valorizzare le eccellenze e creare un ponte tra università e mondo del lavoro?
“Abbiamo scelto di intraprendere una collaborazione con AlmaLaurea su basi ancora più ‘forti’ rispetto agli scorsi anni. Siamo consapevoli di quanto questo canale sia noto alla maggior parte dei neolaureati e non solo. In particolare, oltre all’abbonamento alla banca dati, abbiamo optato per il Recruiting Day e per Al Lavoro che si presenta come una delle più grandi fiere di recruiting. Credo che Almalaurea con tutti i servizi che offre a laureandi e laureati possa contribuire a colmare il gap che ancora si avverte tra il mondo del lavoro e il mondo universitario”.

 

Consulta il Company Profile di Altran sul sito AlmaLaurea