Università

Federica.eu, l’alta formazione corre sulla rete

L’Università Federico II lancia una piattaforma didattica online gratuita e aperta a tutti: 41 corsi già disponibili, con video, testi e link raccolti in un’unica interfaccia innovativa.
10 Giugno 2015

Una piattaforma didattica online interamente “made in Napoli”, dove studiare, aggiornarsi, approfondire, prepararsi per la vita, l’università e il lavoro. Si chiama Federica.eu ed è il portale con cui l’Università Federico II di Napoli esce dalle aule e coglie la sfida della formazione online, abbracciando il formato Mooc (Massive open online courses), i corsi di divulgazione nati negli Usa nel 2011, gratuiti e aperti a chiunque, ovunque si sia, purché ci sia una connessione.

Lanciata a metà dello scorso aprile, Federica.eu si presenta con un’offerta didattica iniziale di 600 lezioni, 10mila slide, 1.800 video, 3.000 immagini. Per avere accesso basta collegarsi e iscriversi al portale. I corsi Mooc in programma fino al prossimo autunno sono 41 e vanno dalla scienza politica alla psicologia dello sviluppo cognitivo, dall’informatica fino alla letteratura. Quelli già attivi sono 13, compresi gli ultimi 3 appena partiti, sul disegno tecnico industriale, l’illuminotecnica e la semeiotica chirurgica veterinaria. Oltre cinquemila gli studenti di tutte le età che si sono già iscritti.                                 

“I docenti sono per la maggior parte dell’ateneo napoletano, ma abbiamo anche ospiti di altre università e istituti, come il politologo Gianfranco Pasquino e il sondaggista Nando Pagnoncelli”, spiega il professor Mauro Calise, direttore scientifico di Federica Web Learning, il programma della Federico II per lo sviluppo e la diffusione di contenuti didattici, da cui Federica.eu è nata. “In 7 anni con Federica Web Learning abbiamo realizzato 300 corsi online e cinquemila lezioni, con 4 milioni di accessi all’anno. Ora – continua – con Federica.eu presentiamo un’offerta di Mooc che non ha pari in Europa e che compete con le più prestigiose università della Ivy League statunitense”.

La piattaforma si presenta con un’interfaccia altamente innovativa, user-friendly e multimediale, che riproduce lo schermo di un tablet. Mentre sulla destra scorrono le videolezioni, sulla sinistra si possono sfogliare testi, consultare link e risorse utili (un accordo con la casa editrice Il Mulino rende accessibile una selezione di titoli delle collane più prestigiose), sottolineare passaggi chiave, prendere appunti e persino condividerli con i “compagni di classe” virtuali attraverso i social network.

“Non si tratta semplicemente di trasmettere delle lezioni e di mettere dei pdf da scaricare – continua il professor Calise – Attraverso video brevi, 8 minuti al massimo, e una stretta integrazione tra testo e elementi interattivi come podcast e link, Federica.eu si presenta come l’ambiente didattico ideale per la nuova generazione digitale, uno spazio dove approfondire, senza però il rischio di perdersi, comune quando si naviga in rete”.

Con Federica.eu, inoltre, si abbattono le barriere anagrafiche. I Mooc, infatti, non si rivolgono soltanto a chi è già iscritto all’università, ma anche a chi deve ancora iscriversi e vorrebbe farsi un’idea più precisa su quello che andrà a studiare, così come a chi dall’università è già uscito o, magari, non c’è mai stato, ma per interesse personale o per lavoro vuole tenersi aggiornato. “Federica.eu può essere un ottimo supporto all’orientamento. In questa prima fase – aggiunge Calise – ci siamo concentrati sul target del lifelong learning, ma da ottobre ci focalizzeremo di più sugli studenti universitari e pre-universitari”.

L’intero progetto è caratterizzato, infine, dalla valorizzazione del fattore umano. A fianco dei tanti docenti che non si sono tirati indietro di fronte a una modalità di insegnamento più impegnativa, c’è un team composto da giovani specialisti, che assiste e accompagna i professori dalla preparazione delle lezioni all’organizzazione delle riprese. “La maggioranza sono donne, e questo è un ulteriore motivo d’orgoglio” conclude il professor Calise.

 

Federica Goes Mooc from Federica on Vimeo.

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Ogni mese potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!