Università

Una maratona dell’innovazione chiamata #COSMOsmHack

Quattro sfide, quattro ambiti tematici per un Proof of Concept di applicazioni innovative all’interno del #COSMOsmHack, nella sede dell’ASI di Roma dal 28 al 29 novembre.
16 Novembre 2015

L’Hackathon, organizzato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), la società partecipata e-GEOS e BIC Lazio, è una vera e propria maratona di coding che vedrà i partecipanti cimentarsi nello sviluppo e nella promozione di un Proof of Concept (POC) per applicazioni innovative in quattro diversi ambiti tematici, denominati “Le sfide”. Il Proof of Concept dovrà basarsi principalmente sull’uso dei dati di Osservazione della Terra della costellazione COSMO-SkyMed (COnstellation of small Satellites for the Mediterranean basin Observation).

Quali sono “Le sfide” della competizione? Innanzitutto l’obiettivo principale dei POC sarà di individuare e proporre soluzioni innovative a supporto di Pubblica Amministrazione, imprese, organismi competenti e cittadini in uno degli ambiti tematici, cioè “Le sfide”: Coste e Mari, Emergenza e Sicurezza, Beni Culturali e Agricoltura.

I partecipanti dovranno creare, realizzare e fornire un POC relativo al tema di una delle sfide, collegato a un nuovo modello di business che possa sostenere la fattibilità del progetto. Il POC deve consistere in un demo, un mock-up o un prototipo di applicazione funzionante per i dispositivi mobili (smartphone, tablet) o sistemi desktop.

I partecipanti potranno inoltre usufruire della tecnologia messa a disposizione da ASI ed e-GEOS Spa, i referenti tecnologici dell’Hackathon. In primo luogo, la piattaforma RealVista, accessibile all’ indirizzo web www.realvista.it. Questo strumento è composto da una piattaforma basata su WMS (web mapping service), WFS (web feature service) e accessibile dal web tramite l’inserimento di un username e di una password. Sulla piattaforma verranno caricate immagini ed elaborazioni basate su dati dei satelliti COSMO-SkyMed, che potranno essere usate come spunto e strumenti per la realizzazione del POC.

Partecipare all’Hackathon è gratuito, ma bisogna registrarsi sul sito istituzionale dell’ASI, compilando il modulo disponibile online dal 3 al 26 novembre. L’adesione è individuale ed è possibile indicare il nominativo di un solo altro iscritto. Dopo l’accettazione della candidatura da parte degli organizzatori, verrà inviata una mail con la convocazione alla maratona di coding. Gli stessi organizzatori, inoltre, provvederanno alla costituzione di team, composti da non più di cinque concorrenti, privilegiando, dove possibile, “Le sfide” indicate dai partecipanti durante la registrazione.

Al termine della competizione i progetti saranno valutati da una giuria composta dal management e rappresentanti nominati dagli organizzatori e dai partner che aderiscono all'iniziativa. Il team vincitore avrà l’opportunità di partecipare al 67° International Astronautical Congress (IAC) dal 26 al 30 settembre 2016 a Guadalajara (Messico); usufruire di tre mesi di pre-incubazione (approfondimento e studio di fattibilità del business model) e successivi sei mesi di incubazione gratuita in caso di avvio positivo della startup; ricevere i dati necessari alla realizzazione del prototipo nell’ambito dell’incubazione per un valore complessivo di 5.000 euro, le competenze tecniche di supporto e 10.000 euro entro i primi nove mesi d’incubazione per le spese di ricerca e sviluppo.

 

Informazioni più dettagliate, regolamento e form di registrazione

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Ogni mese potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!