Lavoro

Il lavoro di domani provalo "PerUnGiorno"

Intervista a Viviana De Angelis, founder della startup che consente di vivere una giornata insieme a un professionista e così scegliere con consapevolezza il percorso formativo.
23 Novembre 2015

C’è un aforisma di Confucio secondo cui se fai il lavoro che ami, non lavorerai un solo giorno della tua vita. Non è facile, però, fare quello che piace. Anzi, senza un opportuno orientamento, possibilmente già alla scuola superiore, il rischio è di trovarsi impelagato – dopo anni di studi e di sacrifici – in una professione non voluta, sopportata a fatica giusto per tirare avanti. Per aiutare i giovani a schiarirsi le idee prima della scelta dell’università e a capire se un lavoro possa essere quello giusto, nasce “PerUnGiorno”, startup che permette di vivere una giornata fianco a fianco con un professionista. Ne parliamo con la fondatrice Viviana De Angelis, 32 anni di Roma, agente immobiliare con una laurea in Scienze politiche a indirizzo Relazioni internazionali: “Se ci fosse stato ‘PerUnGiorno’, probabilmente avrei scelto un percorso diverso”.

Come è nata l’idea di "PerUnGiorno"?
“Facendo gli agenti immobiliari, io e il mio compagno, Barsegh Nersesyan, ci siamo resi conto di quanti siano i lavori esistenti e di quanti pochi, invece, si hanno in mente da ragazzi quando si fa la scelta dell’Università. Ma l’illuminazione è venuta dopo aver incontrato l’ennesimo cliente frustrato e scontento del suo lavoro. L’abbiamo poi messa a punto poco alla volta, ma appena abbiamo trovato le persone giuste con cui svilupparla, abbiamo ingranato e a metà dicembre saremo operativi”.

Come funzionerà il servizio?
“Siamo partiti dal presupposto che il lavoro occupa gran parte della nostra vita e che fare un lavoro che non piace non ci rende giustizia come persone. Ecco, noi vogliamo aiutare a trovare il lavoro che fa tornare a casa con il sorriso. Tra pochi giorni sul nostro sito pubblicheremo una lista delle professioni, ognuna accompagnata da un profilo informativo: da qui si potrà decidere di acquistare un coupon per vivere una giornata-tipo accanto a un professionista, accuratamente selezionato”.

Che costo avrà il coupon?
“Per la fase di lancio sarà di 99 euro, che includono sia il compenso al professionista, sia un’assicurazione infortuni che copre l’utente da quando esce di casa fino a quando vi rientra e tranquillizza anche il professionista, sia la nostra commissione. I professionisti che hanno già aderito lo hanno fatto non tanto per i soldi, quanto per la passione che hanno per il loro lavoro e per la voglia di trasmetterla”.

Con quali professionisti si potrà trascorrere la giornata?
“Partiremo con una cinquantina di figure, tra cui un regista, un produttore di birra artigianale, un dj radiofonico, ma anche professioni più classiche come l’avvocato, il panettiere, pure il titolare di un’onoranza funebre. Ma non sarà una giornata di formazione, quanto l’occasione per prendere dai professionisti un po’ di quelle conoscenze che di certo non si possono trovare su Internet e così tornare a casa con tutte le informazioni e le emozioni per scegliere con consapevolezza”.

In che città sarà attivo “PerUnGiorno”?
“Roma sarà la città pilota. Se tutto va bene, passeremo alle altre grandi città italiane: Milano, Torino, Napoli... D’altronde adesso abbiamo un budget limitato: abbiamo provato con il crowdfunding, ma forse abbiamo sbagliato impostazione, gli investitori chiedono invece parametri che non eravamo in grado di fornire non essendoci ancora confrontati con il mercato, mentre per correttezza abbiamo scelto di non appoggiarci a un acceleratore di impresa, perché francamente non avremmo potuto garantire la presenza richiesta, avendo ognuno di noi quattro un altro lavoro”.

Quanti siete nel team e quali sono i vostri ruoli?
“Siamo in quattro, tutti soci alla pari. Barsegh ha 36 anni, è armeno, è in Italia dal 1993 e ci siamo conosciuti sui banchi dell’Università. Io e lui ci occupiamo della selezione e del rapporto con i partner. Azzurra Antonacci, che ha 34 anni ed è un’attrice e una doppiatrice, segue invece la comunicazione e l’ufficio stampa di ‘PerUnGiorno’. Felipe Carvayal Ricci, invece, ha 30 anni, è nato in Italia da genitori cileni ed è programmatore”.

www.perungiorno.com

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Ogni mese potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!