AlmaLaurea News

THEQA Plus: AlmaLaurea approda in Turchia

Al via il progetto triennale coordinato da Izmir University, in partnership con AlmaLaurea, che mette a sistema per la prima volta in Turchia le esigenze di università, imprese e laureati.
03 Dicembre 2015

AlmaLaurea ospita il 3 e 4 dicembre l’incontro destinato all’avvio del progetto turco THEQA Plus “Turkish Higher Education Quality Assurance and Placement for University System”.

Finanziato all’interno del programma europeo Erasmus Plus, il progetto, della durata di tre anni, ha come obbiettivo l’implementazione per la prima volta in Turchia di un sistema volto a migliorare la qualità dei sistemi di istruzione superiore e il loro impatto all’interno del mercato del lavoro. 

Un punto di raccordo tra imprese, laureati e università. Grazie a THEQA Plus le aziende sono infatti in grado di inviare le loro offerte di lavoro e di avviare la ricerca tra i laureati in base alle loro esigenze di competenza e professionalità accedendo alla banca dati AlmaLaurea.

I laureati dal canto loro hanno l’opportunità di tenere aggiornati i loro curriculum, candidandosi alle offerte di lavoro presenti e partecipando ai colloqui online con datori di lavoro. Infine, le università possono monitorare le perfomance formative e occupazionali dei loro laureati, mettere a punto Rapporti annuali volti a valutare e migliorare anno dopo anno la qualità della didattica e, per questa via, valorizzare la stesura dei curriculum dei loro laureati. 

In questo contesto, è evidente come il modello AlmaLaurea giochi un ruolo centrale: in qualità di partner del progetto, e in collaborazione con l’Università di Huelva (Spagna), il Consorzio ha infatti il compito di trasferire il proprio know-how e le proprie competenze alle Università turche aderenti, Izmir University, Ege University-Ebiltem e Sinop University.

AlmaLaurea lavorando all’implementazione della sua banca dati, realizza pertanto una piattaforma capace di accogliere le esigenze del mondo della formazione superiore e quelle delle imprese e favorire così l’occupabilità dei laureati turchi. La piattaforma mette infatti a sistema imprese, datori di lavoro, reti di professionisti, laureati e associazioni di studenti, consolidando e rendendo efficaci le sinergie già esistenti e implementando l’offerta dei servizi presenti. 

Elementi quali la certificazione dei curricula dei laureati da parte delle università aderenti, il loro aggiornamento in base alle esperienze più recenti, ma anche attraverso la ricerca che le imprese registrate possono condurre in autonomia e in base a una pluralità di criteri tra i curricula degli studenti delle università aderenti al Consorzio. In questo modo, le aziende non solo inviano le loro offerte di lavoro e ricevono le candidature, ma grazie alla piattaforma virtuale possono organizzare interviste on-line con i laureati, rendendo più veloci, flessibili e privi di barriere geografiche i processi di incontro tra domanda e offerta di lavoro. 

Il progetto, sostenuto anche dal Consiglio di istruzione superiore della Turchia (YÖK) e dalle università partecipanti al Processo di Bologna, mira pertanto a superare lo squilibrio presente sul mercato del lavoro turco, obiettivo principale dell’Agenzia del Lavoro turca (Iskur), favorendo l’occupazione dei laureati, migliorando al contempo la qualità degli stage offerti agli studenti e le conoscenze possedute da quest’ultimi in relazione al mercato del lavoro. I rapporti dettagliati sui laureati forniti annualmente da AlmaLaurea completeranno inoltre i rapporti İGİD (Giovani Imprenditori Associazione di Smirne) e EBSO (Regione Egea Camera dell'Industria) su vari aspetti del mercato del lavoro e delle industrie in Turchia.

 

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Ogni mese potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!

 

Questa pagina è disponibile in altre lingue: