Lavoro

Lavoro agile: dall’evento di Milano alla legge in Parlamento

Giornata del Lavoro Agile organizzata dal Comune di Milano per promuovere e sperimentare lo smart work. In Parlamento, intanto, si discute un disegno di legge per incentivare la diffusione.
16 Febbraio 2016

Il 18 febbraio è la Giornata del Lavoro Agile. Organizzata dal Comune di Milano e giunta alla terza edizione, è un appuntamento dedicato a tutti coloro che vogliono sperimentare lo smart work e svolgere i propri compiti e le proprie mansioni ovunque: casa propria, il bar, il parco, la palestra, un ufficio decentrato o una postazione in coworking.

Il lavoro agile non richiede una postazione fissa in ufficio e i dipendenti delle aziende possono decidere di lavorare in completa autonomia, scegliendo sia i tempi di lavoro, sia gli spazi in cui svolgere la propria attività. I risultati registrati dalle edizioni precedenti della Giornata del Lavoro Agile dimostrano che i dipendenti delle circa 150 tra aziende ed enti che hanno partecipato risparmiano circa 2 ore in un giorno, sottratte agli spostamenti e utilizzate per sé, per la propria famiglia e per il tempo libero. Inoltre, sono stati evitati circa 150.000 km nel 2014 e circa 170.000 km nel 2015 percorsi con mezzi privati a motore.

Anche l’edizione del 2016 prevede la misurazione dei risultati in termini di benefici per i lavoratori e le lavoratrici (risparmio di tempo) e per l’ambiente (riduzione delle emissioni di CO2 e Pm10, del traffico, dei consumi energetici).

Come partecipare
La Giornata del Lavoro Agile è aperta a tutti: aziende private, enti pubblici e studi professionali che desiderano far sperimentare ai propri dipendenti le modalità di lavoro agile.

Partecipare all’evento è molto semplice. Dall’1 febbraio è online una webapp che consente di scoprire in modo veloce e intuitivo gli spazi di coworking disponibili e prenotare facilmente la propria postazione. La mappa completa dei 49 coworking accreditati presso il Comune di Milano è consultabile sul web.

Per tutti coloro che vogliono seguire l’evento, discutere del lavoro agile, raccontare la propria esperienza e pubblicare immagini mentre si lavora in “modalità smart” è possibile collegarsi alla pagina Facebook del Comune di Milano “comunemilano” e usare l’hashtag #LavoroAgile16 su Twitter.

La Giornata del Lavoro Agile è promossa dal Comune di Milano insieme ad altri partner tra cui ABI, AIDP, Anci Lombardia, Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, CGIL Milano, CISL Milano Metropoli, UIL Milano e Lombardia, SDA Bocconi School of Management, Unione Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza, Valore D.

Da Milano a Roma
La sperimentazione del lavoro agile o smart work nel territorio lombardo ha dato l’impulso al Parlamento di discutere un disegno di legge che incentiva e rafforza la diffusione del lavoro agile. Lo scopo, infatti, è proprio quello di incrementare la produttività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle persone. Questa modalità smart riguarda tutti i lavoratori, sia quelli a tempo indeterminato, sia quelli a tempo determinato ed è stipulata attraverso un accordo con il datore di lavoro.

Dal punto di vista dei diritti, la legge prevede che il lavoratore riceva lo stesso trattamento economico e normativo di chi svolge l’attività esclusivamente in azienda, compresi i premi e gli incentivi di produttività ed efficienza.

Oltre al lavoro agile, questo disegno di legge pone le basi per la regolamentazione del lavoro autonomo (maternità, congedo parentale, malattia, infortuni, formazione, ecc.) ed essendo collegato alla Legge di Stabilità gode di una corsia preferenziale per la discussione in Parlamento.

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Ogni mese potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!