Internazionale

"Adria HUB" al Convegno YSESM

AlmaLaurea presenta al Convengo YSESM di Rimini promosso dell’Università di Bologna gli esiti del progetto internazionale “Adria HUB”.
09 Giugno 2016

Favorire l’incontro e il confronto tra giovani ricercatori, ingegneri, studenti e dottorandi che si occupano della meccanica sperimentale, con un focus particolare sui metodi numerici moderni. Sono gli obbiettivi della XV edizione del Convengo YSESM Youth Symposium on Experimental Solid Mechanics che si tiene al Centro Congressi SGR di Rimini, dall’8 all’11 giugno.

Nel corso del meeting, promosso dal Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Bologna, AlmaLaurea presenta i risultati del progetto triennale Adria HUB, nata sul modello del Consorzio, che ha lo scopo di favorire l’incontro tra università, giovani e imprese. Coinvolge oltre venti diversi partner di cinque Paesi: Italia, Serbia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, e cinque università, coordinate dall’Alma Mater, oltre a cinque istituti pubblici, altre università associate e una decina di soggetti privati, imprese e consorzi di imprese. Ad oggi, grazie alla piattaforma web sono online i curricula dei laureati delle Università che aderiscono al progetto: una banca dati internazionale a disposizione delle aziende e degli enti interessati a ricercare risorse umane qualificate. Il progetto ha così permesso nel corso di questo triennio di rafforzare le capacità innovative delle piccole medie imprese italiane e balcaniche attraverso il reperimento e l’assunzione di risorse umane altamente qualificate, favorendo al contempo il contatto tra galassie educative e aziendali e lo sviluppo di nuovi canali e metodi di comunicazione.

L’impegno corale è rendere sostenibile il progetto ed estenderlo ad altri partener.

Perché, come ha sottolineato Ljiljana Mrkic Popovic, Rettore Università delle Arti di Belgrado, paese partner del progetto: “lo strumento AlmaLaurea permette di risolvere i problemi specifici del settore professionale, ovvero aiuta a occupare e assumere giovani ingegneri e formare team internazionali capaci di lavorare insieme alle università per condurre, nella fase finale, alla nascita di progetti pilota nell’ambito della ricerca industriale, soprattutto nel settore della trasformazione del legno e nello sviluppo di sistemi di sostenibilità ambientale”. “Il fine ultimo - specifica - è promuovere il collocamento dei nostri laureati sul mercato, cercando la compatibilità fra le loro competenze e le esigenze industriale migliorando l’offerta formativa qualificata”.

 

Visita il sito del Progetto Adria HUB

 


Iscriviti alla Newsletter AlmaLaurea! Potrai ricevere una selezione di interviste, articoli e indagini pubblicati su AlmaLaurea.it.

Conosci qualcuno interessato a ricevere la Newsletter AlmaLaurea? Invitalo subito a iscriversi!