Corsi post laurea

Advanced Design, all’Università di Bologna arriva la Magistrale

Lunedì 5 settembre si è tenuto il test di ammissione al corso di studi che forma designer esperti nell’innovazione progettuale di prodotti e servizi.
09 Settembre 2016

Dopo il successo del Corso in Design del Prodotto industriale, ora l’Università di Bologna propone la Laurea magistrale in Advanced Design. “Il corso ha l’obiettivo di formare designer esperti nell'innovazione progettuale per la realizzazione di nuovi prodotti e servizi”, spiega il professor Flaviano Celaschi, coordinatore del nuovo corso di laurea.

Lunedì scorso si è tenuto il test di ammissione per gli aspiranti designer. “La selezione per accedere ai due curricula della Laurea Magistrale in Advanced design hanno confermato le nostre aspettative - continua il coordinatore Flaviano Celaschi -. Abbiamo completato entrambi i profili. Quasi la metà dei nostri studenti di I livello, che al terzo anno erano 72, ha scelto di proseguire gli studi con la magistrale, 5 sono stati ammessi nelle più prestigiose scuole di design internazionali in Europa e Stati Uniti e ben 12 stanno già lavorando".

Come si sviluppa il percorso didattico?

Il progetto didattico è organizzato in due curricula paralleli ed alternativi.  Il primo si occupa di design per l'innovazione dei prodotti, con particolare riferimento ai contesti industriali contemporanei (Curriculum Advanced Design di Prodotti e di Processi).

Il secondo si occupa di innovazione trainata dal design nel design dei servizi e dei prodotti immateriali, negli enti e nelle organizzazioni del terziario e dei servizi pubblici urbani (piano didattico Curriculum Advanced Design di Servizi per l’Ambiente costruito). 

E’ prevista attività di laboratorio?

Sì, per l'ampiezza delle tematiche e la multidisciplinarietà delle conoscenze e competenze, il Corso di Studio si sviluppa intorno a una consistente attività laboratoriale. Ogni laboratorio pone l'accento su una dimensione qualificante del progetto: il processo, le tecnologie, le strutture, i sistemi, la percezione e la rappresentazione.

Attraverso la scelta di tematiche di progetto-ricerca, i laboratori diventano il luogo per formare il carattere esplorativo e sperimentale del laureato magistrale, per migliorare il metodo e gli strumenti per affrontare il progetto di fronte a una elevata complessità o per la progettazione di soluzioni fortemente innovative.

Questo nucleo centrale del percorso didattico, caratterizzato dall'ambito del Design e comunicazioni multimediali, è integrato, già a partire dal primo anno e con un diverso peso a seconda del curriculum, da attività formative nell'ambito delle discipline tecnologiche e ingegneristiche e delle scienze umane e sociali, che concorrono ad acquisire le conoscenze utili alla verifica dei principali vincoli di progettazione.

Oltre ai laureati della triennale in Design del Prodotto industriale, a chi è rivolta questa Laurea magistrale?

Per essere ammessi al Corso di Laurea magistrale occorre essere in possesso di una laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, come:

ex D.M. 270:
L-4 (Disegno Industriale)
L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale)
L-9 (Ingegneria Industriale)
L-17 (Scienze dell'Architettura)
L- 23 (Scienze e tecniche dell'edilizia)

Chi opera nel settore del design quali caratteristiche deve avere?

Il design è un sapere di mediazione fra saperi. Dunque il designer è un professionista che opera non in un unico settore, ma promuove l’incontro e il dialogo tra diversi professionisti in molti campi applicativi e quindi deve essere appassionato di ricerca multidisciplinare e sempre continua, deve farsi le giuste domande e trovare risposte coerenti e inedite, deve essere incline al lavoro di gruppo e avere sostanzialmente una inesauribile curiosità e attenzione nei confronti dei diversi contesti, culturali e produttivi.

Coerentemente con tale obiettivo generale, la caratteristica principale del Corso di Studio è la multidisciplinarietà che consente ai laureati magistrali di acquisire competenze e conoscenze relative:


  • ai processi d’innovazione dei prodotti e dei servizi;

  • alla pianificazione e gestione del progetto in chiave strategica rispetto ai contesti produttivi;
  • ai processi produttivi e alle tecnologie industriali principali (dai materiali ai processi interattivi, dalle esigenze di distribuzione a quelle della fruizione e dismissione);
  • alle tecnologie ICT (dalla progettazione d’interfacce usabili alla progettazione di servizi digitali interattivi);
  • alle tecnologie e ai processi di fabbricazione digitale;
  • ai fenomeni culturali in corso e i cambiamenti sociali connessi.

Sono previsti stage?

Non sono previsti stage in considerazione del fatto che l’esperienza di Tirocinio curriculare in azienda è calendarizzata al termine del percorso Triennale, prima della discussione di Laurea. Tuttavia ogni laboratorio fa lavorare gli studenti con imprese ed organizzazioni reali, su temi da queste proposti.

Quali prospettive occupazionali ci sono per i laureati in Advanced Design?

Il Corso di Studio prevede la possibilità di approfondire le competenze richieste per operare come progettista di prodotti e di processi o come designer di servizi.

I principali sbocchi occupazionali dell’Advanced Design sono rappresentati da:

  • settore industriale, coinvolto nella produzione di beni strumentali o componenti industriali ad elevate prestazioni;
  • imprese BtoB oriented;
  • industrie metalmeccaniche avanzate;
  • imprese autogenerate dal progettista sulla scorta della capacità di start-up di PMI innovative basate sulla produzione di sistemi e componenti design-driven per il settore industriale;
  • centri di ricerca privati o universitari nei quali si supportano le imprese e in particolare le PMI nella ricerca e nell'innovazione del prodotto;
  • settore pubblico (Comuni, Unioni di Comuni, Aree metropolitane, Regioni) e privato (utilities, erogatori e gestori di beni comuni, imprese di trasporti di persone e cose, intrattenimento, cura e servizi alla persona, ecc.) dei servizi;
  • cooperative di servizi o enti no-profit che operano sulla qualità urbana e sull'organizzazione di eventi e servizi per il territorio locale.

Il dato di occupazione delle altre lauree magistrali in design in Italia è molto alto, si riferisce ad un tasso del 92% dopo 5 anni dalla laurea, 75% dei quali nel settore di specifica competenza.