Corsi post laurea

AlmaMater, al via il Master in Giornalismo

Un biennio di formazione riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti, con due specializzazioni in “Sviluppo sostenibile” o “Economia e finanza” per formare i giornalisti di domani.
14 Novembre 2016

Futuri giornalisti professionisti, dalla carta stampata al web, formati grazie a un mix di lezioni in aula, laboratori e stage. L’Università di Bologna rilancia, dopo quasi due anni di interruzione, il Master in Giornalismo riconosciuto dall’Ordine nazionale dei Giornalisti. Il piano didattico biennale, che prevede un totale di 23 insegnamenti con esame, 27 seminari, 1700 ore di laboratorio, 4 mesi di tirocinio in redazioni esterne, per la prima volta offre anche due indirizzi di specializzazione.

“Abbiamo rinnovato il piano didattico per rispondere alle esigenze formative di una professione in evoluzione, inserendo due indirizzi - precisa il direttore, il Professore Fulvio Cammarano, docente di storia contemporanea all’AlmaMater- : uno in “Sviluppo sostenibile” l’altro in “Economia e finanza”. Si tratta di contenuti indispensabili per i giornalisti del futuro, necessari a prepararli a un mercato del lavoro che sta cambiando”.      
Gli iscritti hanno infatti la possibilità a conclusione del primo anno di corso di scegliere fra i due indirizzi di specializzazione, organizzati in 5 insegnamenti di 60 ore complessive, strutturati grazie al coordinamento di Walter Dondi, responsabile etico del Gruppo Unipol, e Davide Nitrosi, capo del settore politica ed economia di QN – Quotidiano nazionale.   

In quest’ottica, l’intera offerta formativa è stata ripensata e integralmente rinnovata affiancando a corsi d’obbligo come la deontologia, la storia e il diritto, numerosi approfondimenti sui nuovi media: dai “I linguaggi del web e del nuovo giornalismo” allo “Story telling e audiovisivi virali”, oltre a incontri che mettono in luce le declinazioni specifiche del giornalismo contemporaneo, culturale, sportivo, religioso, agroalimentare. I tutor giornalisti che accompagneranno gli allievi nel corso dei due anni sono Giampiero Moscato, direttore responsabile della testata del Master, Luciano Nigro, Massimo Gagliardi, Fabrizio Binacchi e Massimiliano Panarari. Il tutto, affiancato da attività di laboratorio e stage in redazioni.

Le otto borse di studio previste, grazie ai contributi di Unipol, Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, e Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna, sono assegnate in base al merito nell’arco del biennio.  
E’ possibile fare domanda per le selezioni di ammissione al biennio 2016-2018 fino al 14 novembre. Le prove scritte si terranno nei giorni 19 e 20 dicembre, mentre quelle orali i giorni 11, 12 e 13 gennaio 2017. L’inizio delle lezioni invece è previsto per metà febbraio. 

 

Per informazioni
Master in Giornalismo:

www.mastergiornalismo.unibo.it
www.unibo.it/it/didattica/master/2016-2017/giornalismo-cod-8353