Corsi post laurea

L’approccio multidisciplinare per la governance socio sanitaria

Al via il master in Direzione, management e coordinamento delle strutture sanitarie, sociali e socio-assistenziali territoriali promosso dall’Ateneo Federico II di Napoli. Scadenza iscrizioni 31 gennaio.
10 Gennaio 2017

Formare professionisti nella “Direzione, management e coordinamento delle strutture sanitarie, sociali e socio-assistenziali territoriali”. È l’obiettivo del master di II livello promosso dal Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli. “L’obiettivo primario della formazione sanitaria oggi è la capacità di vedere l’insieme delle connessioni e interdipendenze tra le diverse parti della rete di assistenza sanitaria e socio-assistenziale, introducendo una nuova logica di governance dei processi e degli stakeholder coinvolti” precisa la direttrice, la professoressa Gianfranca Ranisio.
Nello specifico, il master, che alla didattica frontale unisce trecento ore di tirocinio, affronta con un approccio multidisciplinare l’analisi delle complesse problematiche di salute per le quali il bisogno sanitario è inscindibile da quello sociale. “La prospettiva - precisa la professoressa - è sviluppare e fornire conoscenze teoriche e abilità pratiche, necessarie alla messa in opera dei processi di razionalizzazione dei servizi sanitari, sociali e assistenziali, al fine di implementare una reale integrazione socio-sanitaria tra la medicina di iniziativa, la gestione delle cronicità, l’ospedale e la rete dell’offerta territoriale

Professoressa, perché avete scelto di istituire ben cinque anni fa un master che forma dirigenti e manager per il settore sanitario?
In realtà la nostra offerta formativa nel settore sanitario risale al 1998-99 con l’istituzione del primo Corso di Perfezionamento in Campania in “Management dei Servizi Sanitari”, seguito a partire dal 2006-2007 dai Master di I e II livello orientati all’area sanitaria, sociale e sociosanitaria, istituiti tenendo presente e seguendo l’evoluzione politico-istituzionale, normativa e operativa del SSN in questi anni. Il master, diretto a tutti coloro che con diverse professionalità e ruoli operano in ambito sociale, sanitario e socio-assistenziale, si propone di formare competenze specialistiche adeguate ai nuovi contesti territoriali, sia attraverso lo studio dei fondamenti disciplinari dell’assistenza, della progettazione, organizzazione e gestione delle strutture, sia attraverso l’analisi dei bisogni e la valutazione dei servizi. Il Master intende rispondere alle esigenze strutturali delle nuove legislazioni nazionali e regionali per la programmazione sanitaria in tema di assistenza territoriale e coordinamento delle strutture residenziali e semiresidenziali”.

Rispetto alle precedenti edizioni com’è cambiato il piano didattico del master anche in virtù delle normative vigenti?
L’obiettivo primario della formazione sanitaria oggi è la capacità di vedere l’insieme delle connessioni e interdipendenze tra le diverse parti della rete di assistenza sanitaria e socio-assistenziale, introducendo una nuova logica di governance dei processi e degli stakeholder coinvolti. La nostra offerta formativa, basata sulla multidisciplinarietà degli argomenti trattati, oltre ad essere un valore aggiunto, ci permette di affrontare le nuove tematiche emergenti nell’ambito della integrazione dei servizi sanitari e socio-assistenziali, i cambiamenti in corso nella struttura della domanda e dell’offerta sanitaria in rapporto all’evoluzione dello scenario demografico ed epidemiologico, da coniugare con i valori dell’appropriatezza assistenziale e della sostenibilità economica. Pertanto il programma didattico del Master affronta con un approccio multidisciplinare l’analisi delle complesse problematiche di salute per le quali il bisogno sanitario è inscindibile da quello sociale. La prospettiva è sviluppare e fornire conoscenze teoriche e abilità pratiche, necessarie alla messa in opera dei processi di razionalizzazione dei servizi sanitari, sociali e assistenziali, al fine di implementare una reale integrazione socio-sanitaria tra la medicina di iniziativa, la gestione delle cronicità, l’ospedale e la rete dell’offerta territoriale. Si parte dall’esperienza nazionale, realizzata nelle diverse realtà regionali in un quadro comparato a livello internazionale, in conformità alla vigente legislazione e alla sua articolazione nei Piani Sanitari Nazionali e Piani Sanitari Regionali”.

Che tipo di formazione offre il master e a chi si rivolge?
“Il Master, attivato presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II per la formazione sanitaria e socio-sanitaria, ha come obiettivo la definizione di un percorso sul management scientifico, centrato sulla programmazione, l’organizzazione e la gestione dei servizi sanitari e socio-sanitari; fornisce agli iscritti un inquadramento teorico-istituzionale, con contenuti tecnico-metodologici e una competenza pratico-applicativa. Si rivolge a Dirigenti e Operatori sanitari e socio-sanitari, nonché a coloro che aspirano a lavorare nel’ambito del coordinamento dei servizi sanitari, sociali e socio assistenziali territoriali e ospedalieri”.

Le figure professionali che formate dove possono operare?
Il Master è diretto alle esigenze dei ruoli dirigenziali e di coordinamento dei servizi sociali, sanitari e socio-assistenziali erogati nelle seguenti strutture sanitarie: ASL, Presidi Ospedalieri, Aziende Ospedaliere, Centri Diurni, Comunità e Centri Semi-Residenziali e Residenziali, Hospice, RSA, Casa della Salute o UCCP, Enti di Ricerca, Fondazioni. Ed in tutte le altre strutture relative ai Servizi Sociali e Socio-sanitari afferenti ai Comuni”.

Oltre alla didattica frontale il master permette agli iscritti di svolgere 300 ore di tirocinio in Enti pubblici o privati convenzionati con l'Ateneo Federico II: che valore aggiunto offrono ai laureati queste esperienze dirette?  
Il tirocinio prevede un periodo di formazione da svolgersi presso enti pubblici o privati, in itinere al proprio percorso di studio di master; infatti il network di aziende sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private, partner dei Master, contribuisce alla crescita formativa e allo sviluppo delle capacità professionali di ogni iscritto. Il tirocinio presenta alcune finalità essenziali: una finalità formativa, in quanto permette di approfondire, verificare ed ampliare l’apprendimento acquisito durante il processo formativo; una finalità orientativa, in quanto permette di avvicinarsi al mondo del lavoro, di conoscere realtà aziendali e dinamiche organizzativo-lavorative, nonché di assumere maggiore consapevolezza per consolidare le proprie scelte professionali. Dalle diverse esperienze di stage, negli anni sono maturati progetti in risposta ai bisogni di salute emergenti e si sono organizzati gruppi di studio e di lavoro capaci di sviluppare e implementare metodologie innovative e di realizzare una crescita professionale. La sede del tirocinio può essere scelta tra tutti gli enti o aziende con i quali è già attiva una convenzione con l’Ateneo Federico II o con i quali si intende stipularne una nuova”.

 

Scheda del Master
Dipartimento di Scienze Sociali – Università Federico II di Napoli
Direttore: Prof.ssa Gianfranca Ranisio
Dati relativi all’edizione A.A. 2016 - 2017
Sede del corso: Dipartimento di Scienze Sociali, Vico Monte della Pietà, 1 – 80138 Napoli
Durata: un Anno Accademico (da Marzo 2017 a Dicembre 2017)
Stage: 300 ore
Presentazione delle domande: Scadenza 31 gennaio 2017
Costo: Euro 2.500
Per informazioni:
Tel. 0812535880 - 0812535889
E-mail: mastersan@unina.it
Sito web www.mastersociosanitario.com