Corsi post laurea

Il master che forma esperti in tecnologie Cloud

Master in Full Stack Cloud Computing promosso dall’Università degli Studi di Palermo. Scadenza iscrizioni: 26 gennaio 2020.
07 Gennaio 2020

Formare la figura di specialista in infrastrutture Cloud, dalla progettazione alla implementazione e gestione è l’obiettivo del Master in Full Stack Cloud Computing promosso dall’Università degli Studi di Palermo. “Gli sbocchi professionali sono riconducibili non solo al perimetro delle grandi multinazionali ma anche al mercato locale delle PMI e delle grandi imprese – sostiene il Professor Edoardo Ardizzone, coordinatore del Master – atteso che le tecnologie Cloud si stanno affermando sempre di più come le tecnologie di riferimento, necessarie per erogare nuovi servizi richiesti dal mercato.”

Professore, cosa si intende per “Cloud Computing”?

 “Con questi termini si indica un paradigma (ma qualcuno la definisce una tecnologia) di distribuzione di servizi e risorse hardware e software, offerti da un provider attraverso la rete Internet, a partire da un insieme di risorse preesistenti configurabili, con una tariffazione di norma basata sul consumo. Il Cloud Computing rappresenta in effetti la nuova frontiera delle infrastrutture computazionali che hanno fatto la fortuna di società quali Google o Amazon Web Services, verso cui si stanno orientando o si sono già orientati tutti i principali player dell’ICT quali Microsoft, IBM, Oracle etc.”

Come si sviluppa il percorso didattico del Master?

“Il Master è articolato in 6 moduli didattici (Sistemi e tecnologie per il cloud; Virtualizzazione e container; Architetture Cloud 1 – IaaS (OpenStack); Architetture Cloud 2 – PaaS (OpenShift); Modelli di sviluppo in cloud; Progettazione e gestione di infrastrutture cloud e sicurezza) ed una sessione dedicata all’approfondimento di tre casi di studio specifici (Amazon AWS; Google Cloud Platform; HCI Nutanix). La attività didattiche prevedono lezioni, laboratori ed esercitazioni, erogate in modalità sincrona e asincrona, seminari, incontri di studio, convegni, visite aziendali, oltre ad un’attività di stage presso le aziende partner e una prova finale, per un totale di 60 CFU, pari 1500 ore di attività formative così suddivise:

  • Lezioni e studio individuale 675 ore – 27 CFU;
  • Laboratorio e studio individuale 200 ore – 8 CFU;
  • Esercitazioni e studio individuale 250 ore – 10 CFU;
  • Stage / tirocinio 225 ore – 9 CFU;
  • Work Experience 75 ore – 3 CFU;
  • Prova finale - tesi 75 ore – 3 CFU.

Avvalendosi della partnership con U4Learn s.r.l., spin off universitario dell’Università degli Studi di Palermo specializzato nelle metodologie didattiche innovative e nella formazione a distanza grazie anche alla propria piattaforma di eLearning, le lezioni, come pure i laboratori e le esercitazioni, potranno essere fruite dagli studenti in modalità interamente on-line, in parte sincrona e in parte asincrona. Ciò consentirà al percorso formativo un alto grado di indipendenza da vincoli di presenza fisica o di orario, riducendo altresì l’impegno derivante dalle attività sincrone a una frazione delle ore totali di didattica assistita erogata, venendo così incontro alle esigenze di quanti, tra gli studenti, dovessero essere impegnati in attività professionali o da lavoro dipendente che lascino loro poco tempo da dedicare ad attività didattiche in orari lavorativi. In particolare, il piano formativo prevede 136 ore sincrone e 80 asincrone di lezioni, 10 ore sincrone e 70 asincrone di laboratori e 20 ore sincrone e 80 asincrone di esercitazioni, per un totale di 166 ore di attività di formazione sincrona e 230 di formazione asincrona. Le attività formative erogate in modalità asincrona saranno supportate sia dalla piattaforma di eLearning, la quale metterà a disposizione degli studenti un vero e proprio ambiente di lavoro (laboratorio) virtuale nel quale potere operare liberamente, sia da un ricco corredo di materiale didattico (audio e video oltre che documentale) che supporterà lo studio in autonomia da parte degli studenti. È opportuno infine sottolineare come la piattaforma di eLearning garantirà altresì il contatto costante deli studenti con i docenti non solo durante le ore di didattica sincrona ma anche durante le attività asincrone.”

A chi è rivolto il Master e quali profili forma?

“Il Master si rivolge sia a singoli soggetti che intendano acquisire capacità specifiche o riqualificarsi sull’intera filiera scientifica e tecnologica del Cloud Computing, sia ad aziende che intendano avviare un programma di riqualificazione del proprio personale sui temi previsti dal programma formativo del Master per meglio rispondere alle esigenze del mercato di riferimento. Il Master si prefigge di formare la figura di specialista in infrastrutture Cloud, dalla progettazione alla implementazione e gestione, particolarmente richiesta dal mercato del lavoro non solo per via delle potenzialità di mercato che tale tecnologia apre ma anche in ragione della quasi totale assenza di tali figure professionali come pure di percorsi formativi dedicati a crearle.

In particolare, si prevede la creazione dei seguenti profili professionali:

il profilo professionale di “System Administrator”, con conoscenze riguardanti architetture e reti di calcolatori e con conoscenze e competenze specificamente orientate alla gestione di infrastrutture IT tradizionali affidabili, installate su bare-metal e su sistemi virtuali, facendo uso efficiente dello storage e del networking;

il profilo professionale di “Cloud Administrator”, con conoscenze e competenze riguardanti la gestione di sistemi complessi basati su tecnologie aderenti al Cloud Computing, per l’erogazione di risorse IT as-a-Service. In particolare il Master affronta le tecnologie OpenStack per il modello di servizio Infrastructure-as-a-Service (IaaS) e OpenShift per il modello di servizio Platform-as-a-Service (PaaS);

il profilo professionale emergente del “DevOps Engineer”, una figura “ibrida” che si colloca tra gli “Sviluppatori” e i “Sistemisti” e coinvolta in tutte le fasi del ciclo di vita del software: dalla progettazione, allo sviluppo e al deployment in Cloud di applicazioni. Si occupa altresì di automatizzare le attività dei System Operator, per il deployment efficiente di applicazioni in Cloud, facendo uso delle tecnologie Docker, Kubernetes e OpenShift. DevOps è infatti la contrazione di Development e Operations.”

Sono previsti stage?

“Si, presso le aziende e gli enti partner del progetto formativo. Il percorso di stage ha una valenza significativa e concreta, sia come naturale completamento del percorso formativo dell’allievo, venendo lo stesso in contatto con una realtà produttiva alla quale applicare in modo pratico e concreto le conoscenze e le competenze acquisite, sia come un momento di incontro della domanda (richiesta di lavoro da parte degli allievi stessi) con l’offerta (le aziende presso le quali svolgere lo stage) di lavoro”.

Quali prospettive occupazionali ci sono per i diplomati al Master?

“Gli sbocchi professionali sono riconducibili non solo al perimetro delle grandi multinazionali sopra citate ma anche al mercato locale delle PMI e delle grandi imprese, atteso che le tecnologie Cloud si stanno affermando sempre di più come le tecnologie di riferimento, necessarie per erogare nuovi servizi richiesti dal mercato. Non si tratta peraltro di una semplice evoluzione delle infrastrutture e dei paradigmi di sviluppo del passato quanto piuttosto di una vera e propria rivoluzione degli stessi, che necessita di specifiche ed approfondite competenze per potere essere attuata. L’assenza di un’offerta formativa a presidio di questo ambito professionale da parte di altri atenei ed enti di formazione qualificati può essere considerata una ulteriore ragione di confidenza nel successo del progetto formativo proposto”.

 

SCHEDA MASTER
Tipologia Master: II livello
Posti disponibili: 50. Il Master non sarà attivato qualora non venga raggiunto il numero minimo di 15 partecipanti
Durata del corso: annuale
Periodo di svolgimento: 30 Marzo 2020 – 22 Marzo 2021
Modalità didattica: formazione a distanza interamente on-line, in parte sincrona e in parte asincrona.
Lingua: Italiano / Inglese
Frequenza: Le attività didattiche sincrone si svolgeranno prevalentemente nei pomeriggi dei giorni feriali, nei mesi da aprile a novembre 2020, secondo un calendario che sarà reso noto al momento di avvio delle attività didattiche stesse. Non sono previste attività didattiche sincrone nel mese di agosto 2020.
Sede del corso: Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Palermo
Scadenza presentazione domande di ammissione: 26 gennaio 2020
Requisiti di partecipazione: possono partecipare alla procedura di selezione prevista dal Master coloro che sono in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Laurea Magistrale rilasciata ai sensi del D.M. 270/2004 o titoli equipollenti;
  • Laurea Specialistica conseguita ai sensi del D.M. 509/1999 (Classi: equivalenti);
  • Laurea conseguita secondo gli ordinamenti in vigore anteriormente all’applicazione del D.M. 509/1999.

Possono, altresì, presentare domanda di ammissione alla selezione gli studenti privi del titolo di laurea richiesto per l’ammissione, ma che ne conseguano il possesso prima della data prevista per l’immatricolazione al Corso di Master, come previsto dal Bando. Per l’accesso al Master è richiesta la conoscenza della lingua inglese.
Modalità di selezione: valutazione dei titoli (max 20 punti) e colloquio (max 20 punti). Il colloquio avrà luogo presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Palermo (Viale delle Scienze ed. 6 terzo piano) il giorno 24/02/2020 a partire dalle ore 10:00. Sarà possibile effettuare il colloquio attraverso Skype o sistemi analoghi di videoconferenza, previa comunicazione via email al Coordinatore del Corso entro il 21/02/2020.
Quota di partecipazione: € 5.000, pagabili in unica soluzione al momento della immatricolazione, oppure in due rate (la prima di € 3.000, da versare al momento della immatricolazione, la seconda di € 2.000 da versare entro la fine del trimestre successivo all’inizio del corso).
Agevolazioni/borse di studio: 7 contributi di partecipazione, a parziale copertura dei costi di iscrizione, saranno messi a disposizione dalle aziende partner del progetto, ciascuno di importo pari ad € 2.000,00. I contributi saranno attribuiti in ragione di una graduatoria stilata sulla base del reddito ISEE dichiarato dagli studenti che intendano accedere all’agevolazione.
Coordinamento didattico: Prof. Edoardo Ardizzone, email: edoardo.ardizzone@unipa.it
Informazioni: pagine web del Master su U4Learn.
Email: master.cloudcomputing19-20@unipa.it e master.cloudcomputing19-20@u4learn.it
Bando