Lavoro

Human Capital Management

Il 25 settembre ripartono in modalità blended gli incontri laboratoriali frutto della collaborazione tra Università di Siena, AlmaLaurea Srl e 9 grandi aziende, finalizzata a una co-progettazione di opportunità occupazionali ad-hoc.
17 Settembre 2020

Human Capital Managment, l’innovativo progetto nato dalla collaborazione tra l’Università di Siena, AlmaLaurea srl e 9 grandi aziende partner, prosegue con il suo ciclo di incontri e, dopo i primi tre incontri in digitale, torna ad accogliere i partecipanti in parte presenza nelle aule dell’Università di Siena e in parte online su piattaforma digitale. Il primo incontro blended avrà luogo il 25 settembre ed arriva a seguito di una serie di incontri virtuali – incluso il taglio del nastro avvenuto lo scorso 22 maggio.
 

LE AZIENDE PARTNER

Le 9 aziende coinvolte sono: Alleanza Assicurazioni, Chiesi Farmaceutici, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, E-one, Consoft Sistemi, Procter & Gamble, Benefind, HSPI, Fondazione Musei Senesi.

Punto di forza dell’ambiziosa iniziativa è la co-progettazione attiva delle aziende partner per realizzare un servizio di Placement innovativo, che rispecchi le effettive esigenze delle imprese e del mercato del lavoro. Grazie alla stretta collaborazione tra i docenti tutor del progetto e i coach aziendali, gli incontri alterneranno momenti informativi in aula con presentazioni e testimonianze aziendali, simulazioni di Business Cases, somministrazione di Test, sessioni di Assessment, Role Play.
 

LA CLASSE PILOTA E L’OPEN BADGE HUMAN CAPITAL MANAGEMENT LEARNING PATH

La classe “pilota” è composta da 24 studenti selezionati tra le discipline umanistiche, politico-sociali e giuridiche, in seguito alla pubblicazione di una Call, sulla base dei curricula e dei colloqui motivazionali. Al termine del percorso, agli allievi che concluderanno lodevolmente il Project Work verrà rilasciato un Open Badge dell’Università di Siena denominato HUMAN CAPITAL MANAGEMENT Learning path. La nuova metodologia di certificazione delle competenze, che gli studenti possono inserire nel proprio curriculum vitae per valorizzare le competenze trasversali e le conoscenze acquisite. Il badge Human Capital Management verrà assegnato a coloro che: abbiano frequentato almeno il 75% degli incontri, abbiano portato a termine il Business Case assegnato, abbiano ricevuto un feedback positivo dalle aziende con cui hanno svolto il Business Case.
 

I MODULI TEMATICI

Diviso in 8 moduli tematici, articolati in attività in aula e da remoto, laboratori e on site experience, il percorso innovativo si inserisce tra le attività destinate a potenziare e migliorare l’occupabilità dei laureati in discipline umanistiche, politico-sociali e giuridiche trasferendo loro competenze trasversali in ambito manageriale e digitale.
 

LA FORMAZIONE CIRCOLARE

“Colmare un vuoto che oggi non può più rimanere tale. Questo è l’obiettivo sul quale vale la pena di investire con azioni formative che parlino agli studenti dell’importanza delle competenze digitali anche e soprattutto al servizio delle discipline umanistiche. La formazione è “circolare”, come la chiamavano i classici, rinascimentale come ci ha ricordato Steve Jobs. E’ unica come unico è il sapere nella diversità dei linguaggi. Questo vale per tutti, umanisti e tecnologi. Parlare di capitale umano è parlare non di braccia ma di teste (capitale deriva da caput, testa) e quindi di conoscenza”, commenta così il professore Ivano Dionigi presidente di AlmaLaurea che attraverso la srl ha fortemente voluto il progetto.
 

LE COMPETENZE TRASVERSALI

“L’attenzione che questo progetto pone al tema delle competenze trasversali è di fondamentale importanza. Il possesso di queste competenze, che attraversano e integrano le conoscenze e le competenze disciplinari, rappresenta una chiave decisiva per il mondo del lavoro. L’empatia, la comunicazione, la flessibilità, il pensiero critico, la visione sistemica dei problemi delle situazioni: sono questi oggi gli elementi che più valorizzano le competenze specifiche acquisite durante gli studi. Porre attenzione al tema delle competenze trasversali significa riportare al centro dei processi di formazione e del collocamento del mercato del lavoro la persona e questo rappresenta oggi un passaggio fondamentale”, così a proposito del progetto Marina Timoteo, professore ordinario di diritto comparato presso il Dipartimento di scienze giuridiche dell’Università di Bologna, direttore del Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea.
 

LE COMPETENZE MULTIDISCIPLINARI

La parola chiave è, infatti, multidisciplinarità. Tant’è che, in questa prospettiva, gli organizzatori dell’Human Capital Managment si prefiggono di favorire la partecipazione tra studenti universitari in discipline diverse come impulso alla contaminazione interdisciplinare. Ed è in questo contesto che si inserisce anche l’impegno di AlmaLaurea srl come soggetto che crede fortemente nel capitale umano. “Oggi più che mai dove la competitività si misura anche in termini valoriali legati alla persona, è proprio la persona il plus valore sul quale si deve investire, fin dalla formazione in una prospettiva occupazionale”, sottolinea Francesca Pasquini, presidente di AlmaLaurea srl.

Consapevoli del crescente valore del capitale umano nell’ambito della gestione delle Risorse Umane, inoltre, in un'ottica di valorizzazione e coinvolgimento della persona, gli ideatori dell’Assessment center hanno messo a punto un progetto che rivoluzionerà i canoni tradizionali del servizio placement, favorendo migliori risultati di business e il coinvolgimento dei giusti talenti, classe dirigente del futuro.
 

Aziende partner