Lavoro

Lavoro di team, competenze trasversali e strumenti che colleghino laureati e imprese

21 Giugno 2013

A Washington, nell'ambito dell'incontro alla Word BankAndrea Cammelli, il professore bolognese che ha fondato e dirige AlmaLaurea, si è trovato a fianco di Anthony P. Carnevale, autorità mondiale nel campo dell’educazione, della formazione e dell’occupazione, già collaboratore di Clinton (per cui ha guidato la commissione per le politiche occupazionali) e Bush, Director and Research Professor della Georgetown University Center on Education and the Workforce.

 

 

Carnevale ha raccontato un’America che fa fatica pure lei ad adattarsi al cambiamento sociale. “La competizione è cambiata, si basa sulla velocità e la qualità, qui si giocano le chance di inserimento occupazionale. Per questo bisogna insegnare ai giovani quanto siano importanti la capacità creativa, il lavoro di team, le competenze trasversali. Ed è necessario un know-how su quel che succede sia fra i laureati e le imprese. Sulle capacità degli uni e le esigenze delle altre. Per questo una struttura come AlmaLaurea è molto utile. I vantaggi risiedono nell’idea di fornire informazioni accurate ed aggiornate basate sui dati dell’intera popolazione studentesca, sia per orientare gli studenti che si devono iscrivere alle università, sia per acquisire informazioni su corsi di laurea e sulle possibilità future, retribuzione e qualità del lavoro in testa, sia per monitorare di continuo la bontà dell’offerta informativa per l’inserimento occupazionale dei laureati”.

Questa pagina è disponibile in altre lingue: