Università

Accademie e Conservatori in AlmaLaurea

19 Marzo 2012

Le orchestre, i corpi di ballo, le compagnie teatrali a livello internazionale, le gallerie d’arte e, più in generale, tutte le imprese del mondo dello spettacolo potranno cercarli e trovarli on line: i curricula dei diplomati nel settore della formazione artistica e musicale entrano nella banca dati AlmaLaurea che già rende visibili alle imprese italiane ed estere che vogliono assumere un milione e 620mila laureati italiani.
L’accordo è stato siglato nei giorni scorsi all’Università La Sapienza tra le Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM) e il Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea.

Alla presenza del direttore generale MIUR per l’AFAM Giorgio Bruno Civello, 21 istituzioni tra accademie e conservatori, tra cui l’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico e l’Accademia nazionale di danza, hanno sottoscritto la convenzione ed il protocollo d’intesa con il Consorzio AlmaLaurea, a cui già aderiscono 64 Università e che rappresenta il 78% dei laureati italiani.
AlmaLaurea assicura agli Atenei, ed ora lo farà con Accademie e Conservatori aderenti, una documentazione attendibile e tempestiva sul “capitale umano” formato, per favorire la valutazione dell’offerta formativa, i processi decisionali e la programmazione delle attività. Inoltre i curricula dei diplomati, adattati alla possibilità di inserire anche supporti come file audio e video, per mostrare performance e produzioni artistiche, saranno visibili nella banca dati dopo l’estate. Si tratta degli oltre 1.600 diplomati nel 2010 nelle Istituzioni aderenti all’accordo.

“Dopo la profonda trasformazione che hanno avuto i conservatori e le accademie con la legge di Riforma 508/99 che ha equiparato il sistema dell’alta formazione artistica al sistema universitario, era importante far aderire le istituzioni AFAM ad AlmaLaurea – dichiara Giorgio Bruno Civello – Uno strumento per dare opportunità di lavoro ai nostri diplomati: penso a chi deve formare  orchestre e ha bisogno di trovare studenti di un certo livello, oppure ai corpi di ballo. E’ una grande opportunità per i ragazzi, serve a far conoscere sempre di più i nostri talenti anche alle imprese del mondo dello spettacolo. Non solo, attraverso AlmaLaurea potremo monitorare il grado di successo del nostro sistema formativo che, sebbene sottodimensionato per la potenzialità che ha, crediamo sia molto produttivo, anche perché chi  entra nel settore artistico lo fa per vocazione”.

“L’ingresso in AlmaLaurea di un primo gruppo di Istituzioni AFAM ne allarga ed arricchisce la composizione”, spiega Maria Sticchi Damiani, coordinatrice dei Bologna Experts del Processo di Bologna, il gruppo che ha promosso e favorito l’accordo.  “In un anno di intensa collaborazione è stato individuato e condiviso un modus operandi in grado di offrire chance occupazionali ai giovani diplomati AFAM, consentendo contemporaneamente alle loro Istituzioni di conoscere meglio la qualità della formazione impartita, sia nella percezione degli stessi giovani che in quella del mercato del lavoro”.

Le istituzioni AFAM che hanno aderito al  Consorzio ALMALAUREA

Conservatori: Bari, Bologna, Cesena, Cosenza, Genova, L’Aquila, Lucca, Mantova, Milano, Monopoli, Padova, Parma, Perugia, Torino, Trieste, Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti

Accademie:
Accademia nazionale di danza di Roma
Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico - Roma
Accademia di Belle Arti RUFA – Rome university of Fine Arts
Accademia di Belle Arti - Bologna

 

Guarda la video intervista