Università

AlmaDiploma: 39mila neodiplomati si presentano

03 Agosto 2012

Appena concluso l’Esame di Stato, i loro curricula sono già nella banca dati AlmaDiploma, lo strumento on line di valorizzazione dei giovani usciti dalle scuole superiori messo a punto dall’associazione AlmaDiploma, nata sul modello del consorzio interuniversitario AlmaLaurea.

Sono 38.664 i nuovi curricula messi on line, relativi ai diplomati di 307 istituti di scuola secondaria superiore. Tra questi sono stati pubblicati 15.504 curricula di diplomati negli istituti tecnici e quasi cinquemila di ragazzi usciti dai professionali.

AlmaDiploma rende ora disponibili complessivamente 190mila curricula di neodiplomati e diplomati con decennale esperienza.

Le performance dei neodiplomati viaggiano così in Internet (www.almadiploma.it) e crescono di anno in anno. I loro curricula raccontano voto e crediti acquisiti, conoscenze linguistiche e informatiche, stage ed esperienze all’estero, i giudizi degli studenti e le loro aspirazioni: una documentazione aggiornata in tempo reale a disposizione dei dirigenti scolastici, delle imprese che vogliono assumere e delle stesse Università che, nella ricerca di nuovi iscritti, vogliono capire gli orientamenti delle future matricole e le loro aspettative.

Una anagrafe del capitale umano formato dalle scuole superiori. Le scuole, di propria iniziativa, mostrano gli esiti dei loro percorsi formativi. Sul piano professionale i diplomati dichiarano le proprie aspirazioni: il tipo di lavoro e di contratto preferiti, la disponibilità al trasferimento, l’interesse per l’area aziendale. Sul piano formativo, i diciannovenni indicano il tipo di studi preferito, sino al corso di laurea o alla Facoltà.

“La pubblicazione on line dei curricula dei ragazzi che hanno appena superato l’esame di Stato serve a renderli visibili, e con pari opportunità, al mondo imprenditoriale e universitario  – spiega il professor Andrea Cammelli, direttore di AlmaLaurea – uno strumento per agevolare i giovani, nella consapevolezza che nella società della conoscenza la consistenza e la qualità del capitale umano disponibile risulta la risorsa più importante”.

Il futuro di AlmaDiploma è quello di estendersi a livello nazionale. “Quello che si sta sperimentando è un modello di valutazione delle capacità formative dei vari istituti scolastici valorizzando anche l‘esperienza degli studenti. Un progetto in linea con le più recenti indicazioni dello stesso Ministero dell’Istruzione”, conclude Elio Pasca, direttore di AlmaDiploma.