Lavoro

AlmaDiploma per i giovani

27 Settembre 2012

In questo periodo, consapevole delle difficoltà che i giovani incontrano quotidianamente nella ricerca di lavoro e della necessità per le imprese, anche piccole e medie, di investire sulle risorse umane, in ricerca e innovazione, AlmaLaurea ha deciso di dare un ulteriore segnale positivo. Lo ha fatto con i laureati, ora insieme all’associazione di scuole secondarie superiori AlmaDiploma, rilancia la campagna: “Metti un diplomato nel motore della tua azienda”.

AlmaDiploma mette a disposizione la banca dati on line con oltre 191mila curricula aggiornati di diplomati: giovani che hanno superato l’esame di Stato a luglio scorso, ma anche ragazzi con pluriennale esperienza, che hanno partecipato a stage e tirocini, che parlano inglese, che hanno conoscenze informatiche. In particolare, sono 78.000 i diplomati con titolo di perito (di cui circa 30mila in indirizzi commerciali e 21mila in indirizzi industriali) e sono 25.000 i diplomati con titolo professionale (di cui 10.500 in indirizzi per l’industria e l’artigianato e 11mila in indirizzi commerciali e turistici).
Con la pubblicazione dell’edizione 2012, sono entrati in banca dati 18.164 neodiplomati del liceo, 15.504 provenienti da istituti tecnici e 4.994 da istituti professionali, per un totale di 39.000 nuovi curricula.

I diplomati provengono da alcune regioni d’Italia, laddove è estesa la rete di scuole di AlmaDiploma, in particolare da Lazio, Lombardia, Puglia, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Veneto, Marche, Sardegna, Sicilia, Calabria, Abruzzo e Molise.

La campagna prevede l’offerta, senza oneri, di servizi di ricerca e di selezione del personale. In particolare, fino al 15 ottobre 2012 le aziende, anche piccole e medie, gli enti e gli studi professionali potranno x pubblicare gratuitamente sul sito di AlmaDiploma una proposta di offerta di lavoro per neodiplomati o diplomati con esperienza. Per aderire all’iniziativa: www.almadiploma.it

Investire nei giovani è sempre più necessario e urgente. Siamo convinti che mettere in campo strumenti che agevolino i ragazzi nell’inserimento professionale serva a vincere la sfida dello sviluppo del Paese”, dichiara Elio Pasca, direttore di AlmaDiploma.

La sfida, in virtù della più rapida obsolescenza della conoscenza e dei sempre più rapidi mutamenti del mercato, è quella di favorire lo scambio diretto tra sistemi di istruzione e mondo del lavoro e realizzare strumenti democratici e paritari di inserimento professionale, come in questo caso, ma anche di ritorno alla formazione, aggiornamento e specializzazione”, commenta Andrea Cammelli, professore di statistica dell’Università di Bologna e direttore di AlmaLaurea.