Università

AlmaLaurea aiuta a valutare gli Atenei

26 Maggio 2012

Le indagini di Alma Laurea, e in particolare il XIV Profilo dei laureati italiani presentato al convegno “Laurearsi in tempi di crisi. Come valorizzare gli studi universitari”, possono venire in aiuto anche a chi è chiamato a valutare le università. Parola di Luigi Golzio, presidente del Nucleo di Valutazione di napoli Parthenope. “Al momento – spiega – per compilare le nostre relazioni annuali, chiediamo un’opinione di soddisfazione ai laureati, ma con la documentazione AlmaLaurea possiamo valutare se effettivamente i laureati incontrano o meno il mercato del lavoro”.

Professor Golzio, qual è il compito del Nucleo di Valutazione dell’Università?
“Ha due ruoli: uno è quello di essere consulente del Magnifico Rettore per quanto riguarda gli aspetti di valutazione della didattica, della ricerca e della struttura amministrativa. L’altro è quello di essere la ‘longa manus’ del Ministero dell’Università, per cui deve garantire la fornitura di una serie di dati, relazioni e informazioni sulla base delle richieste fatte e previste dalla normativa”.

Quali ricadute possono avere le indagini di AlmaLaurea sul vostro lavoro e su quello dei Nuclei di Valutazione?
“Sul lavoro del Nucleo di valutazione l’indagine di Alma Laurea può avere molte ricadute, perché copre delle aree che adesso non sono presidiate e in particolare il placement. Al momento, per compilare le nostre relazioni annuali, chiediamo un’opinione di soddisfazione ai laureati, ma con i dati di AlmaLaurea possiamo valutare se effettivamente i laureati si inseriscono e in che modo nel mercato del lavoro”.

Vedi un estratto dell'intervista video