Università

A faccia a faccia con la sostenibilità, sociale e ambientale

13 Dicembre 2011

Manager di alto livello che hanno a cuore la società e l’ambiente. Il master di primo livello in Management della Sostenibilità e del Carbon Footprint offerto dal Ca’ Foscari Challenge School di Venezia - il solo in questo settore all’interno del panorama nazionale ad essere sostenuto dal Ministero dell’Ambiente - ha proprio questo scopo: “Formare figure professionali in grado di governare la variabile della sostenibilità relativa in particolare alle politiche inerenti al Carbon Program, sia a livello strategico, sia a livello operativo di calcolo dell’impronta di carbonio, di governo, di controllo delle cause e di azioni di mitigazione” spiega la professoressa Chiara Mio, direttrice del corso post laurea nato in risposta a una precisa esigenza di mercato. “Tanto nel pubblico quanto nel privato mancano esperti di settore con una preparazione specifica”.

Come e perché nasce questo master?
“Il percorso, biennale, risponde alla necessità sempre più urgente di avere figure professionali altamente qualificate, siano essere inserite all’interno dei processi aziendali o nelle pubbliche amministrazioni, preparate a rispondere in modo attento e puntale a determinate responsabilità sociali e ambientali. Oggi come oggi, quasi tutte le filiere produttive, in primis quelle che hanno a che fare con business to consumer, dall’agroalimentare alla meccanica, dalla moda al settore dei trasporti, sono tenute ad osservare prestabilite norme di sostenibilità ambitale e sociale sancite a livello europeo. A questo fine, abbiamo predisposto un percorso didattico che alla formazione in aula unisce attività pratiche e di stage direttamente indirizzate all’inserimento degli iscritti nel mondo del lavoro”

Che argomenti vengono trattati nel corso?

“Il taglio formativo è manageriale e parte dalle analisi del global climate change per arrivare passo dopo passo ad approfondire le tecniche di gestione in azienda del carbon management. Inquadra il carbon management entro le strategie aziendali e nel contesto dei sistemi operativi in uso, a partire dal sistema di programmazione e controllo, dal sistema di reporting fino a interessare quello incentivante. Nel dettaglio, verranno scandagliate tutte le tematiche inerenti alla definizione stessa di sostenibilità, compresi i diversi modelli di business e le strategie aziendali necessarie per rispettare determinati parametri. E ancora, innovazione strategica, diritto dell’ambiente, dai principi agli strumenti disponibili tesi alla sua tutela, sustainability management, analisi dei sistemi di supporto alle decisioni per la gestione dei rischi ambientali. E poi, gestione sostenibile delle emissioni in relazione ai cicli biogeochimici, al ciclo dell’acqua e delle sostanze chimiche, procedure di valutazione e gestione di impatti e rischi ambientali legati ai cambiamenti climatici, processi produttivi e prodotti sostenibili, gestione delle supply chain, e molto altro ancora fino all’analisi del contesto europeo e mondiale”.

A chi è affidata la didattica?
“A lezione oltre a docenti universitari, massimi esperti di settore, abbiamo professionisti con specifiche competenze che consegneranno agli iscritti concrete linee guida a seconda del settore di riferimento, permettendo così di maturare delle competenze pratiche immediatamente spendibili. Completa il quadro, lo stage che gli studenti possono svolgere nelle strutture convenzionate con il master”

Chi può partecipare?

“Il master si rivolge sia ai laureati con un profilo attinente al settore, ma anche a quanti già lavorano all’interno di aziende, private e pubbliche, e intendono arricchire le proprie competenze e sviluppare conoscenze specialistiche nel carbon management”.

Il mercato nazionale è pronto a rispondere a queste mutate esigenze di sostenibilità?
“In Italia ci sono delle imprese molto virtuose che da tempo si sono attivate per rispettare i parametri sanciti in materia a livello europeo. Ma c’è ancora molto da fare, anche nel campo della pubblica amministrazione, per arrivare ai livelli dei paesi del Nord Europa, dove la responsabilità sociale e ambientale è un valore fuori di dubbio, una priorità che non può mai essere accantonata”.


Dati raltivi all’edizione 2011/2012

Scenda delle iscrizioni: 6 aprile 2012
Costo del master: 8 mila euro
Posti disponibili: massimo 30
Agevolazioni/borse di studio: sono a disposizione 5 reduction fee pari all'importo della seconda rata, da destinarsi ai 5 studenti più meritevoli, che risulteranno tali a seguito delle prove sostenute durante il programma.
Segreteria didattica:
tel. 041 234 6853
fax 041 234 6801
email: info.challengeschool@unive.it
Sito web: www.unive.it/master-mscf