Lavoro

Il lavoro alla Osram grazie a AlmaLaurea

07 Marzo 2011

La passione per le lingue straniere è stata la forza motrice di tutta la sua carriera formativa e professionale. Poi, nella ricerca del lavoro, a darle una mano è arrivata anche AlmaLaurea che "Mi ha letteralmente cambiato la vita". A parlare è Alessia Zanin, 27 anni di Treviso, laureata triennale in Commercio estero a Venezia, che dopo un tirocinio formativo in Germania, ha accettato uno proposta di stage alla OSRAM. E una volta salita su questa "barca" internazionale non più scesa. Oggi è a Monaco di Baviera, dove lavora come segretaria di direzione per l'area acquisti. "L'offerta è arrivata da AlmaLaurea una volta conclusa la triennale e non ci ho pensato due volte. Ho perfino rifiutato una proposta di lavoro con contratto a tempo indeterminato che mi era arrivata dall'azienda dove avevo già fatto il tirocinio. Ho rischiato, ma ne è valsa la pena".

Nonostante la tua passione per lingue straniere hai deciso di frequentare la Facoltà di Economia. Come mai?
"Ho sempre avuto un debole per l'estero e le lingue straniere. Così, al momento della scelta della scuola superiore ho optato per l'Istituto tecnico del turismo a Treviso, con indirizzo marketing e comunicazione. Grazie al programma intercultura ho trascorso il quarto anno a Rochester, vicino a  Detroit, negli Stati Uniti. E' stata un'esperienza importante che mi è servita molto, anche per il mio futuro professionale. Certo, all'inizio, ho incontrato un po' di difficoltà, ma alla fine non volevo più tornare in Italia.  Terminata la scuola superiore, ha fatto il test di ingresso per il corso di laurea in Traduzione e interpretariato al Cà Foscari di Venezia, indirizzo cinese, inglese. L'ho passato, ma poi mi sono immatricolata al corso di laurea in Commercio estero, sempre a Venezia. Ero convinta che questo tipo di studi, una volta conclusa la triennale, mi avrebbe aperto più strade nel mondo del lavoro".

Come ti sei trovata?
"Molto bene, i docenti erano preparati e le materie interessanti. Ho trascorso quei tre anni senza incontrare particolari difficoltà. Mi sono laureata nel 2007 con una tesi sulla società e il lavoro nella Germania dell'Est. Inoltre, durante gli studi ho svolto uno stage formativo di tre mesi proprio in Germania. Ho lavorato per la Ne Metall Kontor, un rivenditore di materiale metallico con sede a Erfurt. E' stata una bella esperienza: ho imparato tante piccole cose sulla realtà aziendale, attività amministrative, ma anche più prettamente gestionali. Sono rimasti così soddisfatti del lavoro svolto, che mi hanno chiesto di rimanere: l'idea era che una volta conseguito il titolo, sarei tornata e mi avrebbero assunto con un contratto a tempo indeterminato per la gestione e programmazione dei contatti con i fornitori italiani".

Ma, alla fine hai optato per un altro stage?
"Mentre stavo decidendo se accettare o meno la proposta di lavoro della Metall Kontor, mi è arrivata da AlmaLaurea un'offerta per uno stage di sei mesi, retribuito, alla OSRAM, uno dei due più grandi fabbricanti di prodotti per illuminazione nel mondo e parte del gruppo Siemens AG. La sua sede principale è a Monaco di Baviera e ad oggi, conta più di 39.000 impiegati suddivisi in 46 sedi in 17 nazioni nel mondo. Non mi sono fatta pregare: era un'occasione imperdibile. Avevo l'opportunità di imparare moltissime cose lavorando in ambiente totalmente internazionale. Di contro, certo, c'era l'offerta di un contratto a tempo indeterminato, ma per un'azienda molto più piccola. Mi sono fatta i miei conti e alla fine ho scelto: ho rifiutato la proposta della Metall Kontor e sono entrata alla OSRAM nel settore acquisti. Lavoravo come local manager, mi occupavo di contattare i fornitori, facevo analisi di mercato e svolgevo alcune attività di marketing. Oggi con il senno di poi, dico che ne è valsa la pena. AlmaLaurea con questo lavoro mi ha cambiato la vita".

Oggi lavori ancora per la OSRAM?
"Dopo lo stage di sei mesi, ho chiesto al mio responsabile se c'era la possibilità di andare a lavorare nella sede tedesca della OSRAM. Ho mandato il curriculum e mi hanno presa per un altro stage retribuito di sei mesi. Poi è arrivata la crisi, e per via dei tagli non mi hanno potuto tenere con quel ruolo. Nel frattempo, si era liberato un posto come segretaria per l'area acquisiti, sempre alla OSRAM di Monaco di Baviera. Non si trattava di un lavoro di semplice segreteria. Anzi, per quel ruolo cercavano una persona flessibile e dinamica che affiancasse il Senior Vice President Purchasing. Ho accettato e mi hanno assunta prima con un contratto interinale e poi a tempo indeterminato. Mi trovo molto bene, mi piace quello che faccio e lavoro con persone giovani e propositive. Tuttavia, se capitasse l'occasione cambierei".

Ovvero?
"Vorrei dare nuovo smalto al mio profilo professionale, magari andando a lavorare sempre per la OSRAM, ma in una sede dislocata in un altro paese. Sento il bisogno di cambiare per crescere e imparare cose nuove. Intanto, mi sono iscritta ad un master in business administration, qui a Monaco, proprio per arricchire il mio curriculum e avere così maggiori chance professionali".

Cosa pensi del sistema AlmaLaurea?
"
Penso che AlmaLaurea dia molte possibilità di lavoro a giovani che, come me, una volta finita l'università sono disorientati e insicuri nei confronti del mondo del lavoro. AlmaLaurea crea opportunità non soltanto per i giovani, ma anche per le aziende che cercano del personale e che vogliono investire in nuove risorse. Se non fosse per AlmaLaurea, non avrei cominciato il mio percorso professionale alla OSRAM e non avrei avuto l'opportunità di lavorare in un ambiente internazionale. Grazie ad AlmaLaurea, ho potuto soddisfare parte dei miei sogni ed è per questo che credo in questo servizio e nelle persone che lavorano per ottimizzarlo ogni giorno di più".