Lavoro

Pensando al futuro

07 Agosto 2012

In occasione del suo 41° Congresso Nazionale, AIDP - Associazione Italiana per la Direzione del Personale - insieme a Monster e con il sostegno di Luxottica, Ismo e AlmaLaurea, ha bandito un concorso nazionale riservato a giovani laureati e laureandi dell’ultimo anno sul tema “pensando al futuro”. L’obiettivo?  Favorire la crescita della cultura della gestione delle risorse umane in Italia.
I vincitori, laureati con il curriculum nella banca dati AlmaLaurea, sono stati:
Chiara Iacono (primo classificato) – leggi intervistaleggi abstract
Pietro Manca (secondo classificato) - leggi intervistaleggi abstract
Donato Baiano (terzo classificato) - leggi intervistaleggi abstract

Il manifesto del concorso partiva da una domanda, non semplice: “Come possiamo diventare un paese per giovani?”. “Chi si affaccia al lavoro, rischia di non riuscire ad esprimere le proprie capacità prima di lunghissimi anni – la spiegazione delle motivazioni del concorso - Contemporaneamente, l’ascensore della mobilità sociale rallenta o si ferma del tutto, finendo per consolidare un sistema nel quale le opportunità di crescita sembrano più legate alle risorse della famiglia che alla professionalità individuale. Tutto questo nuoce sia all’impresa, che si priva di potenzialità eccellenti, sia agli individui, soprattutto ai migliori, che nel livellamento vedono compromessa la propria possibilità di crescita e di carriera. Occorre adottare strategie che promuovano e valorizzino le caratteristiche e le specificità individuali attraverso l’affermazione di criteri gestionali di tipo meritocratico”.

Il concorso nazionale giovani 2012 “pensando al futuro” è stato  un piccolo tassello per costruire il futuro del lavoro, di domani. Erano ammessi Laureati e laureandi dell’ultimo anno in tutte le discipline di età inferiore ai 28 anni. Il lavoro consisteva in un elaborato originale composto da un massimo sul tema “Pensando al futuro / Competitività e Persone”, sotto il profilo scientifico o professionale, riferito alla problematica della gestione e dello sviluppo delle risorse umane, con particolare riferimento alla funzione HR. Le tesi prescelte sono state premiate dalla Commissione scientifica a cui ha partecipato anche AlmaLaurea. Il premio? La partecipazione a un master in risorse umane.