Università

Sociologi "on the move"

24 Agosto 2011

“Servono persone che si muovano al di là dei percorsi tradizionali, che viaggino, parlino più lingue e sappiano relazionarsi con culture e tradizioni differenti”. Il professore Roberto Cipriani, direttore, Dipartimento di Scienze dell'Educazione della Università Roma Tre, presenta il master in Sociologia: Teoria, Metodologia, Ricerca della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università dell’ateneo romano sottolineando il carattere fortemente internazionale e interuniversitario del percorso formativo. “Questo corso post laurea mira a preparare i laureati con conoscenze di tipo teorico e sperimentale nel campo della ricerca sociologica - spiega il professore - e lo fa unendo le metodologie e le specificità di tre atenei, non solo Roma Tre, ma anche Sapienza Università di Roma e Roma Tor Vergata e grazie alla presenza dei maggiori studiosi delle scienze sociali”.

Un master internazionale nel campo della sociologia, perché?
“Gli studi compiuti nel campo delle scienze sociali per loro stessa definizione non possono limitarsi solo al territorio nazionale o ad un unico nucleo didattico. Per essere di alto livello qualitativo e all’avanguardia hanno bisogno di svilupparsi attraverso il confronto con le migliori ricerche svolte nel contesto mondiale e abbracciare più ambiti disciplinari. Lo scopo del master è proprio questo: offrire ai laureati una formazione che sia allo stesso tempo specifica, ma anche aperta alle altre discipline, psicologiche, giuridiche, statistiche, storiche, antropologiche e filosofiche, linguistiche e perfino musicali, ambientali, attenta alle trasformazioni sociali ed economiche in atto e legata a doppio filo a temi oggi di importanza capitale, come diversità e interculturalità”.

Dal punto di vista didattico com’è articolato il master?

“Si parte con lo studio delle materie di base, ovvero dalla sociologia contemporanea all’approfondimento delle diverse metodologie sociologiche, dalla conoscenza delle principali teorie filosofiche all’epistemologia, dalla sociologia empirica alla comprensione delle più importanti ricerche svolte in ambito internazionale. A questo si aggiungono seminari e attività di ricerca costanti su tematiche fondamentali come metodi e modelli matematici e qualitativi, statistica sociologica, sistemi di progettazione delle ricerche e tecniche innovative di analisi. Chiudono il cerchio i tre simposi teorici internazionali tenuti da esperti di fama mondiale su argomenti come globalizzazione, economia e società e cultura e società. Un fiore all’occhiello della nostra attività formativa che permette a tutti gli iscritti di inserirsi in un sistema di rete globale e di alto livello”.

E le attività di stage?
“Lo stage rappresenta una parte fondamentale del master: i laureati lo svolgono all’Istituto “Luigi Sturzo” di Roma, una delle maggiori istituzioni nell'ambito delle scienze sociali”.

Al termine del corso, i laureati che competenze hanno maturato?
“Sono sociologi, specialisti delle scienze umane capaci di svolgere ricerche di respiro internazionale, professionisti in grado di sviluppare modelli innovativi di conoscenza e di recupero della memoria storica. Ma anche valorizzare ed applicare le tecnologie più innovative e sviluppare riflessioni e dibattiti sui temi di attualità politica, istituzionale e economica. Non solo, ma possono svolgere ricerche in università, enti e istituzioni culturali italiane e straniere, operare nei sindacati, nelle case editrici specializzate, nei partiti politici e nelle imprese come consulenti nella gestione delle risorse umane”.

In ambito sociologico, come si posiziona l’Italia rispetto ai paesi europei e non solo?

“Siamo sempre stati all’avanguardia nel campo delle scienze umane. Nelle nostre scuole si sono formati sociologi conosciuti in tutto il mondo che oggi lavorano e collaborano con imprese, centri di ricerca e istituzioni internazionali. Tuttavia, mentre all’estero c’è una maggiore consapevolezza del valore aggiunto che le analisi e gli studi sociologici possono avere in molteplici settori, spesso estranei alla sociologia stessa e al di là dell’ambito prettamente universitario e della ricerca, nel nostro paese questa comprensione non è così scontata”.

Dati relativi all’edizione 2012
Numero massimo di ammessi: 25
Costo: 2500 euro
Presentazione domande di ammissione: 31 gennaio 2012
Per informazioni
SEGRETERIA DEL MASTER
tel. + 39 06 57339110
fax + 39 06 57339102
e-mail: rciprian@uniroma3.it
sito del master: http://www.uniroma3.it/schedaPostLauream11.php?pl=195&facolta=129&media=print