Università

Welfare e sviluppo sostenibile, un master a Bologna

01 Ottobre 2012

Cooperazione allo sviluppo, pianificazione del territorio, welfare, politiche del lavoro, responsabilità sociale di impresa. È un percorso interdisciplinare quello che offre il master di secondo livello in “Politiche sociali e sviluppo sostenibile del territorio”, organizzato a Bologna dal Dipartimento di sociologia della Facoltà di Scienze politiche e dal Cestas, una ong attiva da anni non solo nella cooperazione internazionale, ma anche nell’alta formazione.

Giunto alla undicesima edizione, con la direzione didattica affidata al professore di sociologia dell’ambiente e del territorio Marco Castrignanò, il master ha l’obiettivo di formare dirigenti della pubblica amministrazione, manager e consulenti di aziende private in grado di ideare e gestire programmi per lo sviluppo del territorio e per la promozione della piccola e media impresa, nel rispetto della sostenibilità ambientale e sociale.
“Il master si rivolge sia a neolaureati sia a chi già lavora e vuole specializzarsi nelle politiche sociali e nella promozione del territorio – dice la responsabile didattica Chiara Braschi del Cestas –. Fino a oggi abbiamo avuto 250 studenti provenienti da ambiti disciplinari diversi e anche molti stranieri, il che ci ha permesso di creare classi eterogenee, con un continuo scambio di conoscenze tra i corsisti che costituisce una dei punti di forza del master”.

Risultato in un sondaggio dello scorso anno dell’Università di Bologna come il percorso post-laurea preferito dagli studenti per qualità dell’organizzazione, della didattica e degli stage, il master prevede 1.500 ore di formazione. Una parte delle lezioni si svolge in presenza presso la sede bolognese del Cestas, un’altra è in modalità e-learning e sfrutta una piattaforma digitale con video-lezioni, materiali di studio e forum. La frequenza è obbligatoria per l’80% delle lezioni, comprese quelle online.

Demografia, politiche internazionali, organizzazione delle piccole e medie imprese, ideazione e direzione di programmi di promozione dello sviluppo, nuovi scenari della comunicazione, sono alcune delle materie che verranno approfondite attraverso lezioni, ricerche, case study, discussioni aperte e lavori di gruppo. Gli studenti parteciperanno inoltre a seminari, incontri con professionisti, uscite didattiche e workshop.
“Quest’anno per la prima volta abbiamo attivato una collaborazione strutturata con tre aziende del territorio del ramo della progettazione, della ricerca e della consulenza” continua Chiara Braschi. Professionisti di Eco&eco Economia ed ecologia, Mbs e Sinopsis Lab terranno infatti parte delle lezioni, in cui “metteranno il loro know-how a disposizione degli studenti”.
Il master si concluderà con uno stage formativo obbligatorio di almeno 300 ore presso enti locali, agenzie per lo sviluppo, fondazioni, società di microcredito o di consulenza (per coloro che lavorano sarà possibile effettuare in sostituzione un project-work), seguito dalla discussione della tesi finale

Il master ha inizio il 28 gennaio 2013, termina alla fine del novembre successivo e rilascia 60 crediti formativi. I posti disponibili sono al massimo 45, con selezione per titoli. Requisiti di accesso sono una laurea specialistica (o del vecchio ordinamento) e la conoscenza della lingua italiana. Le preiscrizioni scadono lunedì 17 dicembre 2012.

Master di II livello in “Politiche sociali e sviluppo sostenibile del territorio”
Ong Cestas – Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna
Direzione didattica: Marco Castrignanò
Modalità didattica: mista (in presenza e online)
Dati relativi all’edizione 2012-2013
Sede del corso: Bologna
Posti disponibili: minimo 13, massimo 45
Periodo di svolgimento: gennaio 2013 – ottobre 2013
Stage: sì
Presentazione domande: 17 dicembre 2012
Costo: 3.500 euro
Sito: http://www.cestasformazione.org/site/master-2/master-ix/
Per informazioni:
Chiara Braschi – Dipartimento formazione Cestas
Tel. 051 255053
E-mail chiara.braschi@cestas.org