Corsi post laurea

Affrontare la complessità con la filosofia

Al via la prima edizione del master in “Pratiche di filosofia a scuola, nelle comunità, nelle organizzazioni” promosso dall’ateneo di Genova. Scadenza delle iscrizioni 10 gennaio.
28 Novembre 2018

Il master di secondo livello in “Pratiche di filosofia a scuola, nelle comunità, nelle organizzazioni”, promosso dall’ Università di Genova forma figure professionali esperte in grado di pianificare, presentare, facilitare, realizzare, valutare progetti ed esperienze di philosophy for children, for community e pratiche di filosofia in ambito sociale, educativo, scolastico, organizzativo e aziendale. Il titolo rilasciato è infatti quello di esperto e facilitatore in pratiche di filosofia. Intervista al professore Franco Manti, Direttore del master.

Professore, perché è importante praticare la filosofia oggi?

“Le pratiche della filosofia, la philosophy for children/community, oggi rappresentano una delle possibili modalità e metodologie per affrontare la complessità, la velocità delle trasformazioni e i cambiamenti sociali, culturali e tecnologici a cui la nostra società è sottoposta. Rappresentano un modello democratico che attraverso il dialogo e la ricerca favoriscono, nei contesti in cui operano, la possibilità di sviluppare situazioni di crescita, benessere e di incoraggiamento alla partecipazione attiva. Si pongono come una sfida etica, sociale culturale e politica.

Che tipo di figure professionali formate e in che ambiti possono lavorare?

“La figura formata è un facilitatore di pratiche filosofiche che può operare, a grandi linee, nei nel settore scolastico (area docenti e area dirigenza), e in settori extrascolastici quali area sanitaria (consultori, ospedali, cliniche per malattie terminali, comunità per dipendenze, Sert), area  sociale (immigrazione, centri antiviolenza, carceri, quartieri), area del terzo settore, ambito sindacale, contesto delle amministrazioni pubbliche (mediazione dei conflitti, sportelli rivolti al cittadino, formazione del personale pubblico); aree di consulenza, gestione della responsabilità sociale in imprese, organizzazioni del terzo settore, enti pubblici e privati settore organizzativo e formativo. Il titolo di Master è valido per il riconoscimento ai fini della carriera per docenti delle scuole di ogni ordine e grado. Per accedere al Master non è necessaria una formazione filosofica specifica; l’accesso è aperto a qualsiasi figura professionale, in possesso di laurea magistrale, che intenda perfezionare la propria formazione in questa direzione”.

Quali sono le skills trasversali che è possibile apprendere attraverso questo percorso di studi?

Il master è articolato in 4 aree: pratiche di filosofia a scuola, philosophy for children, philosophy with children; pratiche di filosofia in ambito educativo, sociale e philosophy for community; pratiche di filosofia nei contesti organizzativi e aziendali; pratiche di filosofia come creazione di concetti, analisi degli strumenti di pensiero e coinvolgimento critico. “Le skills trasversali che vengono maturate dagli iscritti sono relative in particolare alla facilitazione dei processi in contesti complessi: concettualizzazione e interrogazione; abilità argomentative; sviluppo di processi di ragionamento; utilizzo di strategie di analisi e osservazione; elaborazione di “strumenti” di comunicazione etico – sociale, quali i Codici Etici, Bilanci Sociali ed altri e ricerca. Ma anche competenze di empowerment dei singoli e dei gruppi come: team building e al diversity management; costruzione di comunità di ricerca; promozione di dinamiche relazionali e di dialogo; facilitazione di processi di condivisione e problem solving e sviluppo di dinamiche democratiche”

Come si coniuga la filosofia con la digital transformation?

Le pratiche di filosofia a scuola, nelle comunità, nelle organizzazioni si coniugano con la digital trasformation come strumenti che facilitano: l’analisi dei contesti; la gestione della complessità e dei cambiamenti culturali, tecnologici e sociali; e la progettazione di strategie risolutive collettive”.

Dati relativi alla I edizione.
Organizzatori: Università degli studi di Genova, Dipartimento Dafist in collaborazione con DISFOR e Propositi di filosofia snc
Sede del corso: Università degli Studi di Genova.
Numero di iscritti: numero massimo di 30 allievi.
Durata: Febbraio 2019 - Aprile 2020 le attività didattiche in presenza si svolgono durante il weekend (sabato e domenica) con cadenza quindicinale (pausa estiva nei mesi di luglio-agosto).
Lingua: Italiano.
Stage/Tirocinio: 100 ore (nei contesti sopracitati relativi alle aree didattiche).
Presentazione delle domande: La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata mediante la procedura on-line
Scadenza dell’iscrizione: ore 12:00 del 10/01/2019.