Eventi

Presentazione del Rapporto AlmaLaurea 2021 su Profilo e Condizione occupazionale dei laureati

La XXIII edizione dell'annuale indagine che fotografa le caratteristiche del capitale umano uscito dal sistema universitario italiano sarà presentata il 18 giugno dall'Università degli Studi di Bergamo.
10 Giugno 2021

Sarà presentato venerdì 18 giugno (dalle 9:30 alle 13:00), in diretta streaming dall'Università degli Studi di Bergamo, il Rapporto AlmaLaurea 2021 sul Profilo e sulla Condizione Occupazionale dei laureati - XXIII edizione:

  • il Profilo dei Laureati coinvolge 291 mila laureati del 2020 di 76 Atenei e restituisce un'approfondita fotografia delle loro principali caratteristiche;
     
  • la Condizione occupazionale dei Laureati riguarda 655 mila laureati di 76 Atenei e analizza i risultati raggiunti nei mercati del lavoro di Italia, Europa e resto del mondo dai laureati nel 2019, 2017 e 2015, intervistati rispettivamente ad 1, 3 e 5 anni dal conseguimento del titolo.

L'evento, dal titolo "Profilo e Condizione occupazionale dei laureati: percorsi di transizione", sarà aperto dai saluti di benvenuto della Ministra dell'Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa (in collegamento) e del Rettore dell'Università degli Studi di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini.

La Direttrice di AlmaLaurea, professoressa Marina Timoteo, presenterà il Rapporto 2021.
Seguiranno due tavole rotonde dedicate rispettivamente a “L’incontro fra saperi e discipline” e ai “Processi di superamento dei confini disciplinari".

Le conclusioni saranno affidate a Ferruccio Resta, Presidente della CRUI e a Marcella Gargano, Direttrice generale per la formazione universitaria, l’inclusione e il diritto allo studio (MUR).

Obiettivo della presentazione è quello di offrire una fotografia puntuale delle caratteristiche del capitale umano uscito dal sistema universitario italiano nell’anno 2020 e dello stato occupazionale dei laureati. Non ultimo, il Rapporto prenderà in considerazione anche l’evoluzione temporale degli indicatori su efficacia interna ed esterna del sistema universitario.