Lettera di presentazione, scrivila nel modo giusto

La lettera di presentazione accompagna il tuo curriculum vitae e ti consente in poche righe di raccontare chi sei, cosa cerchi e quali sono le tue motivazioni e le tue aspirazioni professionali.
Deve essere essenziale ed efficace, non deve contenere errori di ortografia e/o di grammatica. Al selezionatore devi comunicare in modo chiaro che sei interessato alla posizione a cui ti stai candidando, il perchè sei la persona giusta, qual è il valore aggiunto che puoi rappresentare per l'azienda.

 

 

Come scriverla

La lettera di presentazione deve essere personalizzata: è necessario modellarla in base all’azienda e alla posizione per la quale ci si candida.
Ecco alcuni consigli:

  • Informati in modo accurato sull'azienda e sulla posizione per cui ti candidi.
  • Esprimi le motivazioni per cui ti stai candidando.
  • Non scrivere troppo, cerca di essere sintetico e conciso e non commettere errori grammaticali e/o di ortografia.
  • Non essere troppo formale, utilizza un linguaggio chiaro e semplice.
  • Descrivi le tue qualità senza esagerare, sii onesto e trasparente, specialmente se non hai alcuna esperienza lavorativa.
  • Evidenzia le tue unicità.
  • Evita di ripetere le tue esperienze lavorative nel dettaglio, sono già scritte nel CV: la lettera di presentazione deve servire per catturare l'attenzione del selezionatore e motivarlo a leggere il tuo CV.
  • Non dimenticare i saluti alla fine della lettera e di ringraziare per l'attenzione.
  • Se inviata tramite posta elettronica, la lettera di presentazione va scritta nel corpo della mail.

 

Com’è strutturata

La lettera di presentazione si struttura in quattro parti.

  1. Intestazione: inserisci il tuo nome e i tuoi dati personali. Cerca di trovare il nome e il cognome del responsabile delle risorse umane (utilizzando il web o chiamando direttamente in azienda); se non è possibile, indica un generico: “Al cortese attenzione del Direttore delle Risorse Umane”.
  2. Introduzione: specifica per quale posizione ti candidi e introduci quali sono le tue esperienze di lavoro o studio e le skills che ti rendono adatto alla posizione.
  3. Corpo: spiega perché sei interessato alla posizione, perché ti piacerebbe lavorare per quell’azienda e perché pensi di essere la persona adatta per quel ruolo. E’ la parte più importante della lettera, dove deve trasparire tutta la tua motivazione.
  4. Conclusione: rimarca i tuoi punti di forza, ringrazia per l’attenzione e indica che resti a disposizione per un eventuale colloquio.

 

Scarica due esempi da cui puoi prendere spunto:

Lettera in risposta a un annuncio (.docx)

Lettera di presentazione per un'autocandidatura (.docx)

 


 

back